I vini pregiati italiani volano su Liv-ex: Italy 100 è l’indice più performante

La 6° Conferenza Mondiale del Turismo del Vino sarà in Italia

Nel settembre 2022 toccherà finalmente all'Italia, e più in particolare ad Alba, ospitare la Conferenza Mondiale del Turismo del Vino (Global Conference in Wine Tourism).

Anteprima Merano WineFestival: al via con Naturae et Purae il 18-20 giugno

Tutto pronto per l’Anteprima Merano WineFestival: le richieste di accredito saranno fatte online Dopo lo stop dettato dalla pandemia e la versione digital del MWF...

Cresce la produzione bio nelle cantine cooperative, il 61% è Green

Cresce la produzione biologica nel mondo vitivinicolo cooperativo: da un'indagine realizzata da Alleanza Cooperative Agroalimentari su un campione rappresentativo delle proprie associate.

Come sta l’export del vino italiano dopo oltre un anno di pandemia?

La ripresa c'è e si vede, con i dati relativi all'export vino italiano che disegnano una curva verso l'alto. A dirlo, è l'analisi di Ismea e Unione italiana vini (Uiv), che hanno elaborato i dati Istat relativi alle esportazioni di vino nel primo trimestre del 2021

Agricoltura 5.0: Ismea mette in vendita 16mila ettari di terreno. Ecco i dettagli per fare richiesta

624 aziende agricole potenziali per un totale di 16mila ettari di terreno al fine di rendere operative le misure per realizzare un'agricoltura 5.0 Dopo il...

Traguardo importante per i vini pregiati italiani che su Liv-ex continuano a crescere, in quello che sembra un trend ormai confermato. I dati della nota piattaforma, la più accreditata negli scambi dei fine wines, parlano chiaro.  L’Italy 100 è l’indice più performante del 2020 (+6,6% sul 2019).

La crescita dei vini pregiati italiani su Liv-ex: i numeri

Come riporta Federvini, tra gennaio e ottobre 2019 Bordeaux aveva rappresentato il 48% degli acquisti di vini pregiati negli Stati Uniti. Ma da quel momento in poi fino a novembre 2020 è sceso al 33%. Complici, probabilmente, anche i dazi Usa che hanno colpito particolarmente il vino francese.

Nel frattempo, regge la quota dello Champagne, che è addirittura aumentata dal 10% al 14%, mentre anche i vini italiani fanno segnare un balzo in avanti, dal 18% al 25%.

Vini pregiati italiani liv-ex

L’indice Champagne 50 è cresciuto dell’11% nell’ultimo anno e l’indice Italia 100 del 10%, contro l’8% del Liv-ex 1000 – afferma Justin Gibbs, direttore e cofondatore di Liv-ex, come riportato ancora da Federvini -. L’Italia 100 ha registrato la migliore performance delle tre negli ultimi sei mesi, con un aumento del 5%”.

Se si guarda a un periodo ancora più lungo – gli ultimi cinque anni – la crescita appare netta. Gli indici Champagne 50 e Italy 100 di Liv-ex sono aumentati rispettivamente del 58% e del 45%.

E nel 2021? Il Liv-Ex Fine Wine 100, l’indice di riferimento della piattaforma, nei primi quattro mesi 2021, è cresciuto del 4,35%. Conferma i segnali di ripresa anche l’Italy 100.

L’influenza dei dazi Usa e della Brexit nel mercato del vino

Come già accennato prima, a influenzare l’andamento del mercato del vino e gli indici di Liv-ex sono stati anche i dazi imposti dagli Usa su alcuni prodotti europei. Mentre, finora, il vino italiano è riuscito sempre a scampare il pericolo, la Francia è stata duramente colpita dalle sanzioni a stelle e strisce.

A confermare l’influenza di tali misure, il fatto che – continua la nota di Federvini – la sospensione delle tariffe il 5 marzo scorso ha provocato una forte oscillazione da parte degli acquirenti statunitensi verso Bordeaux e Borgogna. Ma bisogna ricordare che si tratta di una sospensione dei dazi (fino a luglio), non della loro definitiva eliminazione.

Non si può dire diversamente per la Brexit. L’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea ha scosso i mercati. La Brexit – ricorda il sito britannico The Drink Business – complica ulteriormente le cose: inviare vino dal Regno Unito agli Stati Uniti è abbastanza semplice, ma portare vino nel Regno Unito dall’Europa è ora complicato.

Crescita vini pregiati italiani liv-ex

La forza dei vini italiani su Liv-Ex

A confermare il buon andamento delle denominazioni italiane su Liv-ex, oltre ai numeri già citati, una speciale classifica di fine 2020. Secondo l’ultimo rapporto annuale di Liv-ex, nell’anno appena passato Champagne e Italia dominano la classifica dei 10 vini pregiati più scambiati in valore nel 2020. Per le etichette tricolore, presenti

  • Giacomo Conterno, Monfortino Riserva Barolo 2013,
  • Tenuta San Guido, Sassicaia, Bolgheri 2017,
  • Antinori, Tignanello, Tuscany 2016


Related Posts

Ultimi Articoli

Enoturismo: nel cuore di Montalcino la Cantina Talenti

Un viaggio alla scoperta dell’autentica atmosfera della campagna senese in compagnia di una selezione degli eccellenti vini Talenti La Cantina Talenti sorge nel cuore di...

B.E.V.I.: su Sky Arte il vino diventa arte

Sky Arte lancia B.E.V.I., una serie televisiva dedicata al mondo del vino Sui canali 120 e 400 di Sky (Sky Arte) va in onda B.E.V.I.: prodotta...

Le misure per il rilancio del settore vino: export, fiscalità e cultura del bere

È andato in scena negli scorsi giorni l'evento pubblico di Federvini in cui si è discusso, tra l'altro anche delle misure necessarie per il rilancio del settore vino e le sfide che lo attendono nei prossimi anni.