I vini pregiati italiani volano su Liv-ex: Italy 100 è l’indice più performante

Sostenibilità al centro dell’attenzione nel mondo del vino: nasce Sustainable Wine Roundtable

Si chiama Sustainable Wine Roundtable (SWR) ed è una coalizione unica composta da oltre 40 membri tra grandi e piccoli produttori, distributori, rivenditori, organizzazioni ambientaliste e...

Vinòforum 2021

Roma, il successo di Vinòforum 2021 ed il week end di chiusura in grande stile Fine settimana conclusivo della rassegna Vinòforum 2021 che ha risportato...

Come nascono le bollicine? Differenze tra metodo classico e metodo charmat

Se vi è mai capitato di visitare una cantina che produce Prosecco e un'altra, che, ad esempio, si trova in Franciacorta, vi sarete sicuramente...

Cosmofood: torna a novembre l’ottava edizione

Italian Exhibition Group ha annunciato che dal 6 al 10 novembre si terrà il Cosmofood. La fiera di riferimento per il Food&Beverage del Triveneto avrà luogo a Vicenza.

E Bike Tour nel Montecucco: due giorni tra aziende agricole, boschi e vigneti

Influencer e giornalisti sono accorsi per l'e bike tour nel Montecucco La scorsa settimana il Consorzio del Montecucco ha organizzato una due giorni di tour...

Traguardo importante per i vini pregiati italiani che su Liv-ex continuano a crescere, in quello che sembra un trend ormai confermato. I dati della nota piattaforma, la più accreditata negli scambi dei fine wines, parlano chiaro.  L’Italy 100 è l’indice più performante del 2020 (+6,6% sul 2019).

La crescita dei vini pregiati italiani su Liv-ex: i numeri

Come riporta Federvini, tra gennaio e ottobre 2019 Bordeaux aveva rappresentato il 48% degli acquisti di vini pregiati negli Stati Uniti. Ma da quel momento in poi fino a novembre 2020 è sceso al 33%. Complici, probabilmente, anche i dazi Usa che hanno colpito particolarmente il vino francese.

Nel frattempo, regge la quota dello Champagne, che è addirittura aumentata dal 10% al 14%, mentre anche i vini italiani fanno segnare un balzo in avanti, dal 18% al 25%.

Vini pregiati italiani liv-ex

L’indice Champagne 50 è cresciuto dell’11% nell’ultimo anno e l’indice Italia 100 del 10%, contro l’8% del Liv-ex 1000 – afferma Justin Gibbs, direttore e cofondatore di Liv-ex, come riportato ancora da Federvini -. L’Italia 100 ha registrato la migliore performance delle tre negli ultimi sei mesi, con un aumento del 5%”.

Se si guarda a un periodo ancora più lungo – gli ultimi cinque anni – la crescita appare netta. Gli indici Champagne 50 e Italy 100 di Liv-ex sono aumentati rispettivamente del 58% e del 45%.

E nel 2021? Il Liv-Ex Fine Wine 100, l’indice di riferimento della piattaforma, nei primi quattro mesi 2021, è cresciuto del 4,35%. Conferma i segnali di ripresa anche l’Italy 100.

L’influenza dei dazi Usa e della Brexit nel mercato del vino

Come già accennato prima, a influenzare l’andamento del mercato del vino e gli indici di Liv-ex sono stati anche i dazi imposti dagli Usa su alcuni prodotti europei. Mentre, finora, il vino italiano è riuscito sempre a scampare il pericolo, la Francia è stata duramente colpita dalle sanzioni a stelle e strisce.

A confermare l’influenza di tali misure, il fatto che – continua la nota di Federvini – la sospensione delle tariffe il 5 marzo scorso ha provocato una forte oscillazione da parte degli acquirenti statunitensi verso Bordeaux e Borgogna. Ma bisogna ricordare che si tratta di una sospensione dei dazi (fino a luglio), non della loro definitiva eliminazione.

Non si può dire diversamente per la Brexit. L’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea ha scosso i mercati. La Brexit – ricorda il sito britannico The Drink Business – complica ulteriormente le cose: inviare vino dal Regno Unito agli Stati Uniti è abbastanza semplice, ma portare vino nel Regno Unito dall’Europa è ora complicato.

Crescita vini pregiati italiani liv-ex

La forza dei vini italiani su Liv-Ex

A confermare il buon andamento delle denominazioni italiane su Liv-ex, oltre ai numeri già citati, una speciale classifica di fine 2020. Secondo l’ultimo rapporto annuale di Liv-ex, nell’anno appena passato Champagne e Italia dominano la classifica dei 10 vini pregiati più scambiati in valore nel 2020. Per le etichette tricolore, presenti

  • Giacomo Conterno, Monfortino Riserva Barolo 2013,
  • Tenuta San Guido, Sassicaia, Bolgheri 2017,
  • Antinori, Tignanello, Tuscany 2016


Related Posts

Ultimi Articoli

Punta sulla qualità del servizio del vino a bicchiere con Winebar 8.0

Per chi lavora in enoteca o nel settore Horeca, mantenere alta la qualità del servizio del vino a bicchiere è fondamentale: Eurocave presenta Winebar 8.0.

47 Anno Domini: il Prosecco Rosè Doc perfetto per il buon pesce affumicato

Lo spumante rosato della cantina trevigiana si distingue per profumi, abbinamenti e packaging Sono bollicine sorprendenti quelle del Prosecco Rosé Doc Spumante Bio Vegan di...

La sfida di Ondulkart passa per la sostenibilità!

Ondulkart sa che quando si tratta di wine packaging non è più soltanto una questione di design. Ma per stare al passo con i tempi è necessario adottare una filosofia “eco-sostenibile”.