Donne alla conquista dei fine wines e vini premium

Cantine Bike Friendly, le cantine della provincia di Siena quest’estate accolgono i ciclisti

Pedalare tra i vigneti della Toscana e essere accolti in una delle tante cantine sparse in provincia di Siena. È Cantine Bike Friendly.

Previsioni vendemmia 2021 in Sicilia: “finora annata ideale”

La presentazione dei dati sull'annata 2020 del vino siciliano è stato anche l'occasione di riflettere sulle previsioni per la vendemmia 2021 in Sicilia. Manca poco,...

Arriva Whisky Week, il festival sul lago di Como

Appuntamento il 28 e il 29 agosto a Villa Parravicini Revel sul Lago di Como per la prima edizione del Whisky Week.

Degustazione dell’olio: consigli utili per non sbagliare

Amaro, piccante, rancido, avvinato: la degustazione dell’olio si basa su olfatto e gusto La degustazione dell’olio, così come quella del vino, è un’arte complessa e...

Flessibilità OCM Vino: conto alla rovescia per l’approvazione del decreto Mipaaf

Richiesto dagli addetti ai lavori, il decreto sulla Flessibilità Ocm Vino prevede le varianti dei programmi per far fronte ai cambiamenti generati dalla pandemia...

Il segmento dei vini premium e quello dei fine wine vede crescere la percentuale di donne tra appassionate, esperte, acquirenti e consumatrici.  

Il mondo dei fine wines e dei vini premium sta affrontando un vero e proprio cambiamento. Se in passato il mondo “luxury” del vino era più apprezzato da uomini over 60, dall’alto reddito e protagonisti per competenza, spesa e consumi, ad oggi gli schemi si sono ribaltati vedendo in pole position una grande percentuale di donne. Il segmento di vendita dunque si tinge di rosa vedendo sempre più consumatrici attente al consumo consapevole ed appassionate al buon bere.

La tendenza si conferma anche nel mercato delle bottiglie di pregio. Secondo il rapporto “The Future of Fine Wine Consumers 2021”, realizzato da Areni Global e pubblicato da Forbescresce il numero di consumatrici, con percentuali diverse a seconda dei mercati. Le recenti ricerche quindi di Wine Intelligence e Areni Global per i mercati internazionali e quella di SACE, Mediobanca e IPSOS con il focus sul mercato italiano, forniscono dati e spunti interessanti sui potenziali trend futuri. 

Donne e bicchiere di vino

Le analisi di Wine Intelligence e Areni Global.

Gli ultimi dati arrivano da una rilevazione di Wine Intelligence con una indagine realizzata in cinque paesi: Stati Uniti, Gran Bretagna, Brasile, Corea del Sud e Cina. Paesi considerati mercati di sbocco strategici per le esportazioni dei principali produttori europei.

In quattro realtà su cinque le donne sono in testa per consumi di vini di fascia premium, quelli che superano i 15 euro. Le percentuali sfiorano il 59% in Cina, passando per il 54% in USA e il 52% in Corea del Sud, fino ad arrivare al testa a testa nel Regno Unito e ad un 42% in Brasile.

Lo studio dell’istituto di ricerca dedicato al mondo dei fine wine, basato su interviste approfondite con esperti del settore e consumatori, su un’indagine quantitativa realizzata da Wine Intelligence, e su una correlazione dei risultati con l’andamento degli indici del Liv-Ex Fine Wine (l’indice che traccia prezzi globali e vendite all’asta di vini pregiati), evidenzia come in Cina e ad Hong Kong nel mondo delle bottiglie di pregio, si sia arrivati già ad un testa a testa tra uomini e donne e non è un caso dal momento che l’influenza femminile nel mondo del vino è molto forte in Asia. 

E’ bene specificare che in Cina i grandi buyer, i protagonisti del mercato, sono donne. Inoltre i corsi di laurea in enologia sono frequentati quasi interamente da studentesse. 

Donne e vini premium

Donne e fine wines: attente a sostenibilità, rapporto qualità-prezzo e all’abbinamento cibo-vino.

Le consumatrici sono molto attente al rapporto qualità prezzo. Vedono crescere, insieme al loro reddito anche il potenziale di spesa per i vini di fascia intermedia e alta.

Sempre più appassionate ricercano informazioni sui prodotti, ne approfondiscono la storia e la tradizione, e sul “cosa comprare” hanno le idee molto chiare. Sono attente all’abbinamento con i cibi. Curiose, amano cambiare ed esplorare.

Attratte dai vini biologici e sostenibili, esattamente quelli su cui i mercati fanno registrare le crescite maggiori, le donne spendono. Bevono poco ma bene, cercano meno quantità e più qualità. Lo dimostrano anche i numeri registrati nell’ultimo anno dalle case d’asta. Sotheby’s, per esempio, ha visto crescere notevolmente la presenza delle donne in occasione degli eventi dedicati alla vendita di bottiglie di pregio, con incrementi che hanno sfiorato in alcuni casi il 22%.

Related Posts

Ultimi Articoli

Al Canevon apre nel centro storico di Valdobbiadene il primo Wine Shop

Tra le novità dell’estate c’è l’apertura del nuovo punto vendita dell’azienda agricola Al Canevon dove sarà possibile degustare i loro vini accompagnati dalle specialità del territorio.

47Anno Domini: nuovo sito all’insegna del design e della fruibilità

La cantina trevigiana rinnova anche lo shop on line, per una rinnovata esperienza digitale 47 Anno Domini, la cantina trevigiana fra i leader nella produzione...

Con Ondulkart puoi valorizzare i tuoi eventi!

Ondulkart si mette a disposizione del cliente per supportarlo nella realizzazione di ambientazioni in cartone ondulato e non solo, con elementi di arredo, espositori, cartelloni, immagini e decorazioni, rispettando la riciclabilità e la sostenibilità dei materiali.