Champagne e calo delle vendite: il Comitè decide per la prudenza

La 6° Conferenza Mondiale del Turismo del Vino sarà in Italia

Nel settembre 2022 toccherà finalmente all'Italia, e più in particolare ad Alba, ospitare la Conferenza Mondiale del Turismo del Vino (Global Conference in Wine Tourism).

Anteprima Merano WineFestival: al via con Naturae et Purae il 18-20 giugno

Tutto pronto per l’Anteprima Merano WineFestival: le richieste di accredito saranno fatte online Dopo lo stop dettato dalla pandemia e la versione digital del MWF...

Cresce la produzione bio nelle cantine cooperative, il 61% è Green

Cresce la produzione biologica nel mondo vitivinicolo cooperativo: da un'indagine realizzata da Alleanza Cooperative Agroalimentari su un campione rappresentativo delle proprie associate.

Come sta l’export del vino italiano dopo oltre un anno di pandemia?

La ripresa c'è e si vede, con i dati relativi all'export vino italiano che disegnano una curva verso l'alto. A dirlo, è l'analisi di Ismea e Unione italiana vini (Uiv), che hanno elaborato i dati Istat relativi alle esportazioni di vino nel primo trimestre del 2021

Agricoltura 5.0: Ismea mette in vendita 16mila ettari di terreno. Ecco i dettagli per fare richiesta

624 aziende agricole potenziali per un totale di 16mila ettari di terreno al fine di rendere operative le misure per realizzare un'agricoltura 5.0 Dopo il...

Ieri si è riunito il Comitè Champagne con l’obiettivo di confermare le decisioni prese la scorsa estate per fronteggiare la crisi di vendite causata dalla pandemia di Covid-19. La scelta è quella di continuare a percorrere la strada della prudenza per affrontare serenamente il 2021, in un contesto che rimane tuttora incerto. 

I dati rilevati nel 2020 confermano che è stato un anno difficile per l’export. La chiusura di ristoranti, enoteche e in generale di tutti i luoghi di consumo e vendita di Champagne, sommata alla cancellazione degli eventi, hanno pesato molto sul settore. La flessione si è però rivelata migliore delle prime stime: il calo si è limitato al -18% con una perdita di circa 1 miliardo di euro in un anno, contro le previsioni iniziali che indicavano un -30% delle spedizioni. 

Visti questi dati, per la vendemmia 2020 il Comitè ha decretato una riduzione delle rese in vigneto, passando a 8000 Kg/ettaro rispetto ai 10.800 Kg/ettaro della stagione precedente. Una decisione volta a ridurre l’immissione massiva di bottiglie sul mercato che si andrebbero ad aggiungere alle mancate vendite dell’anno, deprezzando così il valore del vino simbolo della Francia nel mondo. 

Il Comité ha anche deciso di integrare la raccolta disponibile con un prelievo dalla riserva interprofessionale pari a 400 Kg di uva per ettaro. Queste decisioni permetteranno al settore di affrontare serenamente il 2021, come confermato nella riunione di ieri da Maxime Toubart, Presidente dei vigneron, che si è espresso parlando di vera e propria “resilienza” della filiera: “Di fronte a una crisi senza precedenti, l’organizzazione della nostra filiera ha dimostrato la sua resilienza. I viticoltori e le Maison hanno saputo prendere, collettivamente, le decisioni prudenti che erano necessarie sulle rese già a luglio. Oggi queste scelte lungimiranti permetteranno a tutti di ritrovare un certo margine di manovra”.

Ecco quindi che a fronte della straordinaria qualità della vendemmia 2020 favorita da condizioni climatiche eccezionali, gli estimatori di Champagne saranno comunque sicuri di poter degustare un’annata che per rapporto qualità/prezzo non risentirà della pandemia,  e che ancora una volta conferma il costante lavoro condotto dal Comitè a tutela della reputazione e della qualità delle bollicine francesi. 

Related Posts

Ultimi Articoli

Enoturismo: nel cuore di Montalcino la Cantina Talenti

Un viaggio alla scoperta dell’autentica atmosfera della campagna senese in compagnia di una selezione degli eccellenti vini Talenti La Cantina Talenti sorge nel cuore di...

B.E.V.I.: su Sky Arte il vino diventa arte

Sky Arte lancia B.E.V.I., una serie televisiva dedicata al mondo del vino Sui canali 120 e 400 di Sky (Sky Arte) va in onda B.E.V.I.: prodotta...

Le misure per il rilancio del settore vino: export, fiscalità e cultura del bere

È andato in scena negli scorsi giorni l'evento pubblico di Federvini in cui si è discusso, tra l'altro anche delle misure necessarie per il rilancio del settore vino e le sfide che lo attendono nei prossimi anni.