Vini green, il 19% dei vigneti è coltivato a biologico

Sostenibilità al centro dell’attenzione nel mondo del vino: nasce Sustainable Wine Roundtable

Si chiama Sustainable Wine Roundtable (SWR) ed è una coalizione unica composta da oltre 40 membri tra grandi e piccoli produttori, distributori, rivenditori, organizzazioni ambientaliste e...

Vinòforum 2021

Roma, il successo di Vinòforum 2021 ed il week end di chiusura in grande stile Fine settimana conclusivo della rassegna Vinòforum 2021 che ha risportato...

Come nascono le bollicine? Differenze tra metodo classico e metodo charmat

Se vi è mai capitato di visitare una cantina che produce Prosecco e un'altra, che, ad esempio, si trova in Franciacorta, vi sarete sicuramente...

Cosmofood: torna a novembre l’ottava edizione

Italian Exhibition Group ha annunciato che dal 6 al 10 novembre si terrà il Cosmofood. La fiera di riferimento per il Food&Beverage del Triveneto avrà luogo a Vicenza.

E Bike Tour nel Montecucco: due giorni tra aziende agricole, boschi e vigneti

Influencer e giornalisti sono accorsi per l'e bike tour nel Montecucco La scorsa settimana il Consorzio del Montecucco ha organizzato una due giorni di tour...

Il rapporto del Ministero delle Politiche agricole e dell’Ismea parla di un settore di nicchia ma in forte crescita.

Il biologico si fa spazio anche nella filiera del vino. In Italia nel 2020 quattro bottiglie di vino su cento sono biologiche, anche se il fenomeno è in forte crescita in tutto il mondo sia per estensione della superficie che per l’interesse dei consumatori. Si tinge di verde anche il vino con quasi il 20% di vigneti biologici, come spiega il rapporto “La filiera vitivinicola biologica“. Promossa dal Ministero delle Politiche agricole e realizzata da Ismea in collaborazione con Ciheam-Bari,

A livello mondiale sono 7 milioni gli ettari di superficie vitivinicola complessivamente censita; di questa una quota pari al 6,7% è coltivata secondo i metodi di produzione dell’agricoltura biologica. Il risultato è un’estensione complessiva vicina ai 500mila ettari. In Italia, al 2019 si contano 107.143 ettari di vigneto biologico, con un’incidenza sulla superficie complessiva del nostro Paese di quasi il 19%, la più alta in Europa e nel mondo.

vini green

“Il biologico italiano è un prodotto di grande qualità, non a caso siamo primi esportatori europei e secondi a livello mondiale”, osserva Francesco Battistoni, sottosegretario all’Agricoltura. “Abbiamo il più alto numero di operatori biologici in Europa e un mercato costantemente in espansione. Il nostro modello di filiera è un esempio virtuoso, ma siamo consapevoli di avere ancora un grande margine di crescita. Per un agricoltore, dedicarsi al biologico rappresenta certamente una sfida, ma al tempo stesso anche una preziosa opportunità di fare impresa rispettando i canoni della sostenibilità economica, ambientale e sociale”.

Coltivazione Vino Biologico

Vini Green: nel nostro Paese sono oltre 18mila i viticoltori bio.

Il numero complessivo di cantine coinvolte nella produzione di vino biologico in Italia è pari a 2.139 (produzione media 1.052 ettolitri), di cui la maggioranza (circa il 56%) rientra nella categoria produttiva compresa tra 101 e 1.000 ettolitri. A esse si aggiungono o tutti gli altri attori della filiera, per un totale di operatori del settore vitivinicolo biologico vicino alle 25mila unità.

Per quanto riguarda i consumi è soprattutto all’estero che il vino biologico gode di maggiore apprezzamento, con la Germania e la Francia capofila tra i Paesi consumatori. Segue poi il Regno Unito e gli Usa ma il consumo di vino biologico a livello mondiale rimane ancora una nicchia corrispondente a circa il 3,5% del totale in termini di quantità. L’Italia detiene un ruolo importante nelle esportazioni del settore. Il valore del vino biologico espresso nella Gdo si avvicina ai 50 milioni di euro all’anno.

Vigneti biologici

“Il nostro Paese è ancora una volta competitivo e sul podio per la viticoltura biologica. Sia per superfici coltivate che per il ruolo che riveste nelle esportazioni del comparto. L’analisi dei principali indicatori economici fa emergere a tutto tondo la vivacità del settore e le sue potenzialità. Questo per contribuire all’accelerazione del processo di transizione ecologica del nostro sistema agroalimentare”. conclude Maria Chiara Zaganelli, direttore generale di Ismea.

Related Posts

Ultimi Articoli

Punta sulla qualità del servizio del vino a bicchiere con Winebar 8.0

Per chi lavora in enoteca o nel settore Horeca, mantenere alta la qualità del servizio del vino a bicchiere è fondamentale: Eurocave presenta Winebar 8.0.

47 Anno Domini: il Prosecco Rosè Doc perfetto per il buon pesce affumicato

Lo spumante rosato della cantina trevigiana si distingue per profumi, abbinamenti e packaging Sono bollicine sorprendenti quelle del Prosecco Rosé Doc Spumante Bio Vegan di...

La sfida di Ondulkart passa per la sostenibilità!

Ondulkart sa che quando si tratta di wine packaging non è più soltanto una questione di design. Ma per stare al passo con i tempi è necessario adottare una filosofia “eco-sostenibile”.