Sempre più vigneti biologici in Puglia: le cantine scelgono il green. I dati.

Sostenibilità al centro dell’attenzione nel mondo del vino: nasce Sustainable Wine Roundtable

Si chiama Sustainable Wine Roundtable (SWR) ed è una coalizione unica composta da oltre 40 membri tra grandi e piccoli produttori, distributori, rivenditori, organizzazioni ambientaliste e...

Vinòforum 2021

Roma, il successo di Vinòforum 2021 ed il week end di chiusura in grande stile Fine settimana conclusivo della rassegna Vinòforum 2021 che ha risportato...

Come nascono le bollicine? Differenze tra metodo classico e metodo charmat

Se vi è mai capitato di visitare una cantina che produce Prosecco e un'altra, che, ad esempio, si trova in Franciacorta, vi sarete sicuramente...

Cosmofood: torna a novembre l’ottava edizione

Italian Exhibition Group ha annunciato che dal 6 al 10 novembre si terrà il Cosmofood. La fiera di riferimento per il Food&Beverage del Triveneto avrà luogo a Vicenza.

E Bike Tour nel Montecucco: due giorni tra aziende agricole, boschi e vigneti

Influencer e giornalisti sono accorsi per l'e bike tour nel Montecucco La scorsa settimana il Consorzio del Montecucco ha organizzato una due giorni di tour...

È boom di vigneti biologici in Puglia, che sono cresciuti del +14% in 10 anni. Numeri importanti, che la portano ad essere una delle regioni più green d’Italia, almeno per quanto riguarda la viticoltura. Ma l’attenzione verso la natura si dimostra anche nella scelta di packaging sostenibile e di soluzioni a basso impatto ambientale, come il tappo in vetro o la virata verso pratiche agronomiche mirate. “È grazie ai produttori di così alto livello – dice con soddisfazione Gianni Cantele, responsabile del settore vitivinicolo di Coldiretti Puglia – che la Puglia è diventata la capofila di questo “rinascimento del vino”.

Viticoltura biologica in Puglia, tutti i dati

Come riporta il report “La filiera vitivinicola biologica“ dedicato alla viticoltura biologica in Italia, la Puglia è una delle regioni più virtuose del Paese da questo punto di vista. Prima di lei, solo la Sicilia – che è la regione più Green d’Italia – e la Toscana.

“Le cantine biologiche in Puglia sono 93 – afferma Coldiretti Puglia – che producono ben 347mila ettolitri di vino bio. 3.312 gli operatori della filiera vitivinicola biologica in Puglia, di cui 2.709 produttori, 461 produttori/preparatori e 142 preparatori esclusivi. Il comparto del vino biologico testimonia una grande vivacità anche a seguito del notevole interesse che i mercati nazionali ma, soprattutto, internazionali stanno manifestando”.

C’è un ultimo dato da mettere in risalto. La Puglia, infatti, vanta anche il primato per la provincia con più alta presenza di vigneti biologici. Nel podio, ben 2 realtà della regione: Trapani al primo posto, con 14.000 ha, e Foggia al terzo (che conta 5.433 ha). Tra le due, al secondo posto, c’è Siena.

vigneti biologici puglia

Coltivare vigneti biologici, una conversione che richiede tempo

Ma qual è l‘iter per la conversione di un vigneto da convenzionale a biologico?

“Il vigneto bio è decisamente più impegnativo – spiega Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia -. Questo perché il periodo medio di conversione è di tre anni, durante i quali la resa della vite risulta notevolmente inferiore. Inoltre, gli investimenti in attrezzature onerosi fanno lievitare i costi, tanto che un vigneto bio costa circa il 30% in più di un vigneto convenzionale”.

Nonostante questo, però, sono tante le aziende vitivinicole che dicono sì al green, sostenute anche dalle scelte dei consumatori. Il consumo di vino biologico nel 2020, ad esempio, è salito rispetto al 2019, con la GDO che ha fatto registrare un +27% per vini e spumanti green. E l’andamento non sembra intenzionato a cambiare.

Scelte sostenibili vino Puglia: il Green è anche nel packaging

Non solo vigneti biologici: in Puglia, l’attenzione per l’ambiente si dimostra anche sotto forma di scelte sostenibili su tutta la filiera e un riutilizzo dei materiali di scarto.

“Dal tappo in vetro, alla chiusura innovativa “carbon neutral”, riciclabile al 100% e realizzata con materiali rinnovabili d’origine vegetale – continua Coldiretti Puglia -. passando per il vigneto ad alberello di uve Sauvignon in riva al mare, gli occhialini utili ad ‘immergersì nelle Terre del Neagroamaro’, fino al pesto dalle foglie di vite. Sono solo alcune delle novità delle aziende”.

Accanto al Green packaging – una tendenza in crescita per il settore vitivinicolo – capitolo a parte merita la diffusione del ‘Wine beauty’. “Dalla crema viso alla linfa di vite – ricorda Coldiretti Puglia – allo scrub agli scarti di potatura al gel di uva rassodante e la crema anti-età alle nettare di uva”. Un modo diverso per riutilizzare gli scarti della vite e, al contempo, intercettare nuove nicchie di mercato.

vigneti biologici puglia

Produzione uva da tavola, il primato è della Puglia

La produzione di uva in Puglia è legata anche al prodotto da tavola. Un settore importante per l’economia della regione, in cui gli sforzi per virare verso una viticoltura biologica, esattamente come accade per le uve da vino, sono notevoli.

“La produzione di uva da tavola in Puglia non ha rivali – continua Coldiretti – con 1.700 ettari, il 74% del totale nazionale. Grazie agli sforzi dei viticoltori, si è aumentato la qualità delle produzioni e al contempo è stato diminuito l’impatto ambientale e la percentuale di residui, la più bassa al mondo. Questo grazie anche a pratiche agronomiche mirate, come la potatura invernale agli interruttori di dormienza, la rimozione delle prime infiorescenze e le potature in verde per la formazione di infiorescenze ritardate. Fondamentali anche la copertura dei filari, la modulazione dell’irrigazione, i trattamenti antisalini e l’inerbimento controllato. Il tutto, con l’impiego di manodopera altamente specializzata”.

Related Posts

Ultimi Articoli

Punta sulla qualità del servizio del vino a bicchiere con Winebar 8.0

Per chi lavora in enoteca o nel settore Horeca, mantenere alta la qualità del servizio del vino a bicchiere è fondamentale: Eurocave presenta Winebar 8.0.

47 Anno Domini: il Prosecco Rosè Doc perfetto per il buon pesce affumicato

Lo spumante rosato della cantina trevigiana si distingue per profumi, abbinamenti e packaging Sono bollicine sorprendenti quelle del Prosecco Rosé Doc Spumante Bio Vegan di...

La sfida di Ondulkart passa per la sostenibilità!

Ondulkart sa che quando si tratta di wine packaging non è più soltanto una questione di design. Ma per stare al passo con i tempi è necessario adottare una filosofia “eco-sostenibile”.