Torna “I lunedì stappa di casa”: l’ iniziativa che unisce turismo e enoturismo

Sostenibilità al centro dell’attenzione nel mondo del vino: nasce Sustainable Wine Roundtable

Si chiama Sustainable Wine Roundtable (SWR) ed è una coalizione unica composta da oltre 40 membri tra grandi e piccoli produttori, distributori, rivenditori, organizzazioni ambientaliste e...

Vinòforum 2021

Roma, il successo di Vinòforum 2021 ed il week end di chiusura in grande stile Fine settimana conclusivo della rassegna Vinòforum 2021 che ha risportato...

Come nascono le bollicine? Differenze tra metodo classico e metodo charmat

Se vi è mai capitato di visitare una cantina che produce Prosecco e un'altra, che, ad esempio, si trova in Franciacorta, vi sarete sicuramente...

Cosmofood: torna a novembre l’ottava edizione

Italian Exhibition Group ha annunciato che dal 6 al 10 novembre si terrà il Cosmofood. La fiera di riferimento per il Food&Beverage del Triveneto avrà luogo a Vicenza.

E Bike Tour nel Montecucco: due giorni tra aziende agricole, boschi e vigneti

Influencer e giornalisti sono accorsi per l'e bike tour nel Montecucco La scorsa settimana il Consorzio del Montecucco ha organizzato una due giorni di tour...

“I lunedì stappa di casa” quest’anno si replicherò coinvolgendo più bar e wine bar del centro storico di Asti. L’obiettivo? Far conoscere e apprezzare a turisti e visitatori l’eccellenze enogastronomiche del territorio.

Dopo il successo ottenuto lo scorso anno, l’iniziativa “I lunedì stappa di casa” si replicherà nel centro di Asti con una veste tutta nuova. La manifestazione si terrà per cinque lunedì consecutivi a partire dal 6 settembre 2021 dalle ore 18 alle ore 22.

L’iniziativa vedrà inoltre il coinvolgimento di cinque bar, wine-bar, enoteche del centro storico di Asti. Inoltre parteciperanno cinque Associazioni dei produttori di vini DOC e DOCG, i produttori di Coldiretti – Campagna Amica Asti, con il supporto e il coordinamento del Consorzio della Barbera d’Asti e dei vini del Monferrato, della Strada del Vino e del Cibo Astesana e della Fondazione Italiana Sommelier.

Una manifestazione itinerante lungo un percorso anche di interesse turistico. Ogni lunedì l’appassionato potrà trovare in ciascun bar e wine bar un vino appartenente a una denominazione diversa. Non mancheranno in abbinamento prelibatezze gastronomiche locali.

Il nuovo enoturismo corso online Coldiretti Lombardia
Enoturismo

Un nuovo format che unisce turismo ed enoturismo.

L’iniziativa è stata rilanciata con la volontà di operare in rete tra alcuni operatori del centro cittadino e le Associazioni dei produttori. La manifestazione vede inoltre il supporto e il coinvolgimento del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, Mila Strada del Vino e del Cibo Astesana e della Banca d’Asti e di Coldiretti Asti – Campagna Amica.

Molto rilevanti anche i numeri inerenti i vini, di assoluta qualità. Essi posti in degustazione nei banchi d’assaggio saranno: 10 per la Barbera d’Asti, 12 per la Freisa d’Asti, 14 per il Grignolino d’Asti, 12 per il Ruchè di Castagnole Monferrato e 10 per l’Albugnano per un totale di 69 etichette di 6 annate diverse.

“Il NOI è importante” sottolinea Marco Reggio Presidente Coldiretti Asti, in occasione della conferenza stampa di presentazione di lunedì 30 agosto presso la sede del Mercato Contadino di Campagna Amica in Corso Alessandria 271. “Abbiamo bisogno di ambasciatori che valorizzino le nostre specialità alimentari, uniche e di eccellenza, in un dialogo diretto, attraverso degustazioni e storytelling, tra produttori e consumatori“.

turismo ed enoturismo
turismo ed enoturismo

Un’occasione per creare una sinergia itinerante sempre più avvincente.

Si tratta, quindi, di una manifestazione che cresce nei numeri e nelle proposte. Sviluppa sinergie professionali vincenti tra operatori, Associazioni ed Istituzioni del territorio. L’obiettivo è essere sempre più vincenti e competitivi nell’ enoturismo del Monferrato. Grazie a un flusso turistico che anche quest’anno, seppure in tempi non certamente facili, sta crescendo con significative presenze di stranieri (belgi, tedeschi, svizzeri, olandesi in particolare) che stanno piacevolmente trascorrendo le vacanze sulle nostre colline e degustando i nostri vini e piatti tipici.

“Quando si parla di territorio, vino e cibo, Coldiretti c’è” – prosegue Diego Furia Direttore Coldiretti Asti – “siamo un’impresa a favore delle imprese; quel valore aggiunto di cui essere orgogliosi. Il territorio, con le sue vocazioni e produzioni di altissima qualità, è la nostra forza. Dobbiamo essere distintivi e consapevoli perché se vince il territorio vinciamo tutti”.

Related Posts

Ultimi Articoli

Punta sulla qualità del servizio del vino a bicchiere con Winebar 8.0

Per chi lavora in enoteca o nel settore Horeca, mantenere alta la qualità del servizio del vino a bicchiere è fondamentale: Eurocave presenta Winebar 8.0.

47 Anno Domini: il Prosecco Rosè Doc perfetto per il buon pesce affumicato

Lo spumante rosato della cantina trevigiana si distingue per profumi, abbinamenti e packaging Sono bollicine sorprendenti quelle del Prosecco Rosé Doc Spumante Bio Vegan di...

La sfida di Ondulkart passa per la sostenibilità!

Ondulkart sa che quando si tratta di wine packaging non è più soltanto una questione di design. Ma per stare al passo con i tempi è necessario adottare una filosofia “eco-sostenibile”.