Arriva Enonautilus la piattoforma NFT per raccontare il vino

Il progetto si chiama Enonautilus. L’obiettivo? Creare una nuova piattaforma capace di offrire agli appassionati un modo innovativo dove vivere il vino.

Enonautilus si presenta come una piattaforma informatica dedicata esclusivamente al settore dell’enoturismo e ai viaggi del gusto. Questo nuovo progetto è studiato per i wine lovers ma anche per gli operatori di settore. L’obiettivo è quello di offrire uno spazio dove raccontare i prodotti e i territori a un pubblico sempre più connesso e aperto alle innovazioni.

E’ bene specificare che si parla di una realtà NFT, Non Fungible Token. Si parla di un tipo speciale di token che rappresenta l’atto di proprietà e il certificato di autenticità scritto su catena di blocchi di un bene unico (digitale o fisico). I gettoni non fungibili non sono quindi reciprocamente intercambiabili. In questo caso specifico sono utilizzati per creare un artwork collegato alla singola referenza che contiene un pacchetto di esperienze correlate, costruendo di fatto un modo innovativo di acquistare bottiglie dai produttori.

vivere esperienze enoturismo virtuali
vivere esperienze enoturismo virtuali

Come funziona Enonautilus?

La piattaforma ha deciso di sfruttare gli strumenti del “metaverso”. In questo modo può concentrarsi sull’interazione tra persone provenienti da tutto il mondo ma unite dalla passione per il vino.

Gli enoappassionati sono quindi coinvolti in delle esperienze: seguono corsi e presentazioni, o si immergono in racconti sulla storia dei produttori del vino. Nel mondo del “metaverso” inoltre dispongono di strumenti più complessi e innovativi per accogliere gli enoturisti.

vino NFT
vino NFT

I luoghi virtuali di Enonautilus.

Tra i luoghi della piattaforma si possono trovare: l’Enonautilus Terrace, un salotto affacciato sui colori di un tramonto digitale dove è possibile “godersi” una degustazione. Inoltre è possibile “visitare” anche la Winery. Un luogo dove scoprire gli ambienti in cui il vino viene prodotto. Infine troviamo la NFT Wine Gallery, dove invece gli stessi nuovi strumenti diventano il mezzo per creare un legame con il vino. Si parla anche di un sistema innovativo per acquistare bottiglie e fare esperienze.

Nella cosiddetta NFT Wine Gallery vengono esposti pezzi d’arte digitale creati per incuriosire l’appassionato di vino e introdurlo nel mondo produttivo, il quale mette a disposizione delle esperienze che vengono proposte insieme all’NFT.

L’obiettivo è quello di superare un “luogo comune”.

Nella conclusione, l’idea è quella di superare il paradigma secondo cui poter scegliere una bottiglia di vino nel mondo virtuale debba necessariamente essere un’esperienza fredda e asettica. E per poterla renderla più calda e coinvolgente, i produttori stanno cercando di innovarsi sempre di più. Un modo per creare esperienze associate all’acquisto di una bottiglia, come succede nella dimensione progettata da Enonautilus o in altre realtà virtuali che stanno nascendo in modo sempre più frequente di recente.

Ti potrebbe interessare : Vino e criptovalute, il futuro è adesso

Related Posts

Ultimi Articoli