Decanto: l’app per abbinare cibo e vino

Abbinare cibo e vino con un’app: come funziona Decanto

Tra le richieste più frequenti degli eno-appassionati, quella di come abbinare cibo e vino è la più frequente: perché non provare con un’app?

Le applicazioni per cellulare si prestano bene ad un utilizzo fuori e dentro casa; gli store di Apple e Android ne offrono di tutti i tipi (abbiamo già parlato di Wine Listening per abbinare vino e musica, di Winebel che sfrutta la realtà aumentata, di

Le applicazioni per cellulare si prestano bene ad un utilizzo fuori e dentro casa; gli store di Apple e Android ne offrono di tutti i tipi (abbiamo già parlato di Wine Listening per abbinare vino e musica, di Winebel che sfrutta la realtà aumentata, di Wine Searcher,…).

Per chi, alle prime armi, vuole cimentarsi nell’arte del wine pairing, per godere appieno del piacere del vino e del cibo, abbiamo stilato una lista di consigli di cui tener conto quando ci si trova in procinto di una cena importante.

Ma perché non farsi aiutare dalla tecnologia?

Un’app per abbinare cibo e vino è certamente utile, soprattutto per quegli alimenti che, di per sé, hanno alle base delle criticità riconosciute anche dai professionisti e presentano una  complessità di base (cioccolato, pizza,…).

L’app Decanto utilizza il metodo del prof. Mercadini che mise a punto, nel 1978, insieme all’Associazione Italiana Sommelier (AIS ©), il metodo dell’abbinamento armonico.

  • decanto abbinare vino e cibo
  • decanto abbinare vino e cibo
  • decanto abbinare vino e cibo
  • decanto abbinare vino e cibo

Il metodo armonico su cui si basa l’app per abbinare cibo e vino

Secondo la scuola di pensiero l’abbinamento armonico può essere raggiunto quando le sensazioni percepite da cibo e vino si completano a vicenda secondo due principi base di contrapposizione e concordanza.

L’app analizza le seguenti caratteristiche organolettiche della pietanza:

  • sapidità
  • dolcezza
  • amaro
  • acido

Dopo aver elaborato un preciso algoritmo, l’app suggerirà il vino di pari struttura più adeguato, tra le etichette inserite a catalogo.

Per agevolarne l’utilizzo, si trovano 50 pietanze tipiche o iconiche da utilizzare come preset per calibrare la propria analisi sensoriale.

Per usare Decanto bisogna partire dal vino acquistato o dalla pietanza che si vuole preparare, assaggiare l’uno o l’altro e compilare una scheda con precisi dati.

A questo punto l’app consiglierà l’abbinamento ideale per comporre il gusto ideale del pasto.

E’ possibile salvare in cloud gli abbinamenti migliori che possono essere corredati dalle note di degustazione e divenire preset per le degustazioni future.

Come nasce Decanto

La storia di Decanto comincia nel 2017, quando arriva l’idea del brand; l’app viene presentata ad aprile 2018, in corrispondenza del Vinitaly, oggi viene tradotta in italiano ed inglese ed è disponibile sull’App Store. 

Related Posts

Ultimi Articoli