15.000 mq per 300 bottiglie annue: a Brooklyn il vino si chiama Rooftop Reds.

Lui è Devin Shomaker e nel 2014 ha cominciato la sua sfida con la natura: coltivare un vigneto su un tetto di Brooklyn, 15.000 mq quadrati dedicati alla coltivazione di Cabernet, Merlot e Malbec. Le uve maturano con una vista sull’Empire State Building. Devin è un millenials e la prima annata della sua avventura è uscita nel 2017.  Il progetto si chiama Rooftop Reds e Devin Shomaker, in qualità di co-fondatore, racconta che l’idea è nata dal suo desiderio di vivere a Brooklyn applicando contemporaneamente viticoltura, gestione dei vigneti e capacità apprese durante la sua formazione.

Non si tratta di idroponica (coltivazione in acqua), ma l’artificiosità del progetto richiede numerose (ulteriori) accortezze: i vasi che ospitano le viti hanno una terra speciale che contiene anche vetro riciclato triturato per favorire il drenaggio, micro e macro-nutrienti, e in generale l’applicazione delle migliori pratiche tradizionali per i vitigni.
Rooftop Reds è un vino 100% newyorkese già protagonista di attenzione mediatica ed eventi di promozione. Ad oggi hanno visto ‘la luce’ 300 bottiglie. Il prezzo per degustare questa sfida con la natura? 1.000 dollari a boottiglia.