More

    Turismo del vino in Italia, arriva il primo Manuale

    La crescita di Tannico non si ferma: pronto a conquistare il mercato vini francese

    Una crescita esponenziale, quella di Tannico negli ultimi mesi, che va di pari passo con il boom dell'e-commerce del vino '

    Mete enoturismo toscane: Palagetto e i colli senesi del Chianti

    Per chi ama scoprire i luoghi dove nascono i grandi vini italiani, Palagetto, all'ombra delle torri di San Gimignano, è una meta ideale Pochi territori...

    Con Devin il tappo vino del futuro è ecologico

    Devin di Tapì è un tappo vino ottenuto con polimeri di natura vegetale e vinaccia residua dalla produzione, elementi che gli conferiscono la sua...

    Il controllo della temperatura nella fermentazione del vino: le soluzioni di Elmiti

    Elmiti ha portato la sua esperienza nel settore dei riscaldatori elettrici a disposizione del mondo del vino. Perché la fermentazione è un momento importante, che necessita di cure scrupolose

    È Roberto Marcolini il nuovo Presidente del Consorzio Doc Friuli Aquileia

    Novità nel Consorzio Doc Friuli Aquileia, con Roberto Marcolini eletto nuovo presidente.

    Una linea guida comune per svolgere l’attività di enoturismo.

    Il “Turismo del vino in Italia. Storia, normativa e buone pratiche” (Edagricole) è il primo manuale che tratta l’argomento “enoturismo” e della normativa nazionale che lo riguarda. Il testo è stato scritto a quattro mani dal senatore Dario Stefàno (autore della legge sull’enoturismo) e Donatella Cinelli Colombini (produttrice e fondatrice del Movimento Turismo del Vino).

    Panoramica vigneto
    Panoramica vigneto
    LA PRESENTAZIONE DEL MANUALE

    Venerdì scorso nella sala stampa del Senato della Repubblica ha avuto luogo la presentazione del testo. Oltre agli autori erano presenti i Ministri della Cultura, Dario Franceschini, del Turismo, Massimo Garavaglia e delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli. Padrini di eccezione Federico-Fede Quaranta di Decanter e Riccardo Cotarella Presidente mondiale degli enologi.

    Gli interventi dei relatori

    Il senatore Stefàno ha sottolineato l’importanza di questa normativa per un paese come il nostro, dal grande patrimonio ampelografico e con potenzialità di sviluppo senza eguali. Virtù che necessitano di una direttiva comune anche per guidare il Paese fuori da una crisi che ha fortemente colpito il settore turistico.  

    Le parole del senatore: “Ora occorre lungimiranza e un nuovo modello di turismo, ma anche di agricoltura e di imprenditori: giovani, digitalizzati e rispettosi della natura, capaci di accorciare la catena alimentare, innalzare la cultura del mangiare sano valorizzando le nostre identità con linguaggio competente ed elevata professionalità”.

    La ripresa dopo la pandemia dovrà essere accompagnata anche da spirito di innovazione, tenendo conto dei forti cambiamenti intervenuti nel corso dell’ultimo anno. Donatella Cinelli Colombini prosegue sottolineando i punti fondamentali da tenere presente in fase di riapertura:

    • Offerta: differenziarsi di fronte a visitatori che chiedono esperienze e scoperte
    • Strumenti: migliorare la connettività internet e attivare nuove modalità di prenotazione
    • Cliente: imparare a conoscere il cliente, capire a che target di persone ci sta rivolgendo. Il cambiamento degli ultimi anni vede una crescita delle donne e degli ‘enoturisti per caso’
    • Sostenibilità: sarà questa la key-word che accompagnerà il turismo dei prossimi anni e seguito di una sensibilità ambientale più accentuata che in passato

    Il ministro Franceschini sottolinea quanto la cultura del vino è parte integrante dei caratteri originali del nostro Paese e ricorda l’importanza dei territori vitivinicoli riconosciuti patrimonio Unesco

    «È sempre più centrale il ruolo dell’enogastronomia nel turismo», ha ribadito anche il ministro Patuanelli. L’Italia vanta il primato in Europa dell’offerta enoturistica con circa 8mila cantine attrezzate per l’accoglienza, 20-25mila cantine aperte al pubblico per la vendita del vino e 150 strade del vino. Conclude infine il ministro Garavaglia, con un commento positivo sulla pubblicazione: «Interessante e pieno di aneddoti».

    Cantina - barriccaia
    Cantina – barriccaia

    Related Posts

    Ultimi Articoli

    LabelDoo, stampa le tue etichette vino online personalizzate

    Su labeldoo.com puoi configurare le tue etichette vino, scegliendo tra un’ampia gamma di materiali. Richiedi il campionario gratuito!

    Quando anche l’occhio vuole la sua parte!

    Lo Scatolificio Ondulkart grazie all’ utilizzo di macchinari all’avanguardia e di personale qualificato si è specializzata nella realizzazione di stampe anche complesse e di alta definizione.

    Etichette vino personalizzate e sostenibili: la sfida di Tipografia Madonna della Querce

    L’azienda, specializzata nel settore della stampa etichette vino, è certificata FSC e utilizza carta che ne attesta la provenienza da una filiera responsabile