More

    IN TOSCANA LA NONA EDIZIONE DELLA “GIORNATA NAZIONALE DELLA CULTURA DEL VINO E DELL’OLIO” SI ESIBISCE AL CASTELLO DI BROLIO

    La crescita di Tannico non si ferma: pronto a conquistare il mercato vini francese

    Una crescita esponenziale, quella di Tannico negli ultimi mesi, che va di pari passo con il boom dell'e-commerce del vino '

    Mete enoturismo toscane: Palagetto e i colli senesi del Chianti

    Per chi ama scoprire i luoghi dove nascono i grandi vini italiani, Palagetto, all'ombra delle torri di San Gimignano, è una meta ideale Pochi territori...

    Con Devin il tappo vino del futuro è ecologico

    Devin di Tapì è un tappo vino ottenuto con polimeri di natura vegetale e vinaccia residua dalla produzione, elementi che gli conferiscono la sua...

    Il controllo della temperatura nella fermentazione del vino: le soluzioni di Elmiti

    Elmiti ha portato la sua esperienza nel settore dei riscaldatori elettrici a disposizione del mondo del vino. Perché la fermentazione è un momento importante, che necessita di cure scrupolose

    È Roberto Marcolini il nuovo Presidente del Consorzio Doc Friuli Aquileia

    Novità nel Consorzio Doc Friuli Aquileia, con Roberto Marcolini eletto nuovo presidente.

    Giunta alla sua nona edizione la “Gionata Nazionale della cultura del vino e dell’olio” si presenterà l’11 Maggio in Toscana così come in altre regioni d’Italia, all’interno di edifici dall’importante valore artistico e culturale. Nell’edizione 2019 organizzata dall’AIS con il patrocinio del Mipaaft, del Miur e del Mibac, verrà affrontato il tema dell’enoturismo.

    Con un giro d’affari di oltre 2,5 miliardi di euro e con 14 milioni di accessi annuali, il turismo del vino si attesta un settore in crescita. Per rispondere alle esigenze del nuovo turista che non si accontenta più di degustare semplicemente un vino ma che è spinto dalla sete di conoscenza del contesto culturale e territoriale del prodotto, l’evento si pone come opportunità per apprendere le tradizioni enogastronomiche locali. L’iniziativa oltre ad arricchire il comparto economico, costituirà un volano di lancio per l’occupazione. La portata dei flussi turistici, infatti, tenderà a creare nel tempo nuovi posti di lavoro in questo campo.

    il Castello di Brolio a Gaiole, nel cuore del Chianti Classico è stato scelto per ospitare il convegno tematico in Toscana. Forte espressione del legame con il mondo del vino e dell’olio, il Castello è proprietà della Famiglia Ricasoli ed è stato il prescelto in relazione alla storia che lo connette al vino sin dal 1141. Non solo, il Castello assurge ad essere emblema del Chianti Classico, ricoprendo le storie del “Barone di Ferro” Bettino Ricasoli, imprenditore e vitivinicolo, che offrì ai posteri la formula dell’attuale Chianti Classico grazie ai suoi diversi tentativi in cantina.

    Presso la sala convegni il dibattito sarà presieduto dal moderatore Marco Remaschi figura del mondo del giornalismo. Ad intervenire diversi volti noti dalla Presidente Donne del Vino Donatella Cinelli Colombini che tratterà il tema “Toscana capofila dell’enoturismo italiano fra opportunità e rischi” ma anche il Barone Francesco Ricasoli Presidente di Ricasoli 1141 con “Case History Castello di Brolio”. Mentre Paolo Chiappini, Direttore della Fondazione Sistema Toscana, parlerà del “Mito del vino toscano fra cultura materiale e digitale”. Ci sarà anche Gennaro Giliberti di Direzione Agricoltura e sviluppo rurale Regione Toscana che interverrà per discutere delle “nuove norme sull’enoturismo”. A parlare di contraffazione dei prodotti di qualità sul web sarà Fabrizio Lupi per l’ICQRF, sezione Toscana e Umbria. A chiudere il dibattito Marco Remaschi Assessore all’Agricoltura Regione Toscana.

    Il simposio sarà accompagnato da una degustazione di vini e prodotti gastronomici locali. In Toscana la degustazione sarà dedicata al Sangiovese, il vino principe del territorio di cui verranno assaggiati tre Cru del progetto “Raritas” di Brolio. La giornata terminerà con un pranzo all’Osteria di Brolio e con la visita al castello prevista per le ore 15.30.

    Related Posts

    Ultimi Articoli

    LabelDoo, stampa le tue etichette vino online personalizzate

    Su labeldoo.com puoi configurare le tue etichette vino, scegliendo tra un’ampia gamma di materiali. Richiedi il campionario gratuito!

    Quando anche l’occhio vuole la sua parte!

    Lo Scatolificio Ondulkart grazie all’ utilizzo di macchinari all’avanguardia e di personale qualificato si è specializzata nella realizzazione di stampe anche complesse e di alta definizione.

    Etichette vino personalizzate e sostenibili: la sfida di Tipografia Madonna della Querce

    L’azienda, specializzata nel settore della stampa etichette vino, è certificata FSC e utilizza carta che ne attesta la provenienza da una filiera responsabile