More

    Il vino ci unisce, al via il progetto social delle Donne del Vino Lazio e Sicilia

    La crescita di Tannico non si ferma: pronto a conquistare il mercato vini francese

    Una crescita esponenziale, quella di Tannico negli ultimi mesi, che va di pari passo con il boom dell'e-commerce del vino '

    Mete enoturismo toscane: Palagetto e i colli senesi del Chianti

    Per chi ama scoprire i luoghi dove nascono i grandi vini italiani, Palagetto, all'ombra delle torri di San Gimignano, è una meta ideale Pochi territori...

    Con Devin il tappo vino del futuro è ecologico

    Devin di Tapì è un tappo vino ottenuto con polimeri di natura vegetale e vinaccia residua dalla produzione, elementi che gli conferiscono la sua...

    Il controllo della temperatura nella fermentazione del vino: le soluzioni di Elmiti

    Elmiti ha portato la sua esperienza nel settore dei riscaldatori elettrici a disposizione del mondo del vino. Perché la fermentazione è un momento importante, che necessita di cure scrupolose

    È Roberto Marcolini il nuovo Presidente del Consorzio Doc Friuli Aquileia

    Novità nel Consorzio Doc Friuli Aquileia, con Roberto Marcolini eletto nuovo presidente.

    Il vino ci unisce, anche se separati da uno schermo. È questo, con un gioco di parole, uno dei messaggi che si cela dietro il nuovo progetto social ideato e realizzato dalle Donne del Vino delegazione Lazio e Sicilia. Una serie di episodi, in onda sulle rispettive pagine Instagram, che porteranno gli spettatori in un viaggio tra due territori del vino così lontani, ma anche così simili.

    Il vino ci unisce: il legame tra vino siciliano e vino laziale

    È proprio questa la prima domanda che abbiamo fatto a Roberta Urso, delegata delle Donne del Vino dell’isola. Ma che cosa hanno in comune il vino del Lazio e il vino della Sicilia?

    “Nonostante la lontananza geografica, i nostri due territori hanno diversi punti di contatto, che saranno messi in evidenza nelle varie puntate – spiega -. Partiamo, ad esempio, domani con l’appuntamento dedicato ai vini vulcanici. Due aziende – la produttrice siciliana Giusy Calcagno di Calcagno vini sull’Etna con il suo vino Etna Rosso e la produttrice laziale Giulia Fusco di Merumalia, cantina alle pendici delle colline frascatane – che ci racconteranno modi diversi di vivere un territorio particolare”.

    Le puntate successive toccheranno, poi, altri aspetti in comune: dal vino rosato alle bollicine – entrambi in grande ascesa – fino ai vitigni nobili.

    Il vino ci unisce donne del vino

    Le Donne del Vino, l’unione fa la forza

    “Qual è, secondo te, uno dei pilastri del progetto ‘Il vino ci unisce’?” chiediamo.

    “Direi la forza e la collaborazione di un grande team – risponde Roberta-. Il lavoro di squadra è stato e sarà fondamentale: pensare che abbiamo organizzato tutto da remoto, visto il periodo che stiamo vivendo. In alcuni casi, non ci siamo nemmeno mai viste fisicamente, solo online! Ecco, in un momento come questo è ancora più importante essere unite. L’Associazione Nazionale ‘Le Donne del Vino ci regala un’opportunità preziosa: mettere in evidenza le numerose professionalità delle socie che, grazie ad iniziative come questa, diventano esse stesse ambasciatrici del loro territorio“.

    Un progetto di certo ambizioso, in un momento non semplice per tutti, settore vino compreso. La determinazione e la voglia di reagire, però, si sente. “In Sicilia c’è un detto che amo citare quando mi chiedono di parlare del viaggio che abbiamo intrapreso: ‘non diteci che non si può fare‘. Noi lo abbiamo fatto, e non potremmo essere più orgogliose e pronte a partire” commenta Roberta.

    Il vino ci unisce donne del vino

    Come vedere gli episodi de Il vino ci unisce?

    I sei appuntamenti de “Il vino ci unisce” andranno in onda nei giorni stabiliti alle ore 19:00 in diretta sulla pagina IG DDV Sicilia e sulla pagina IG DDV Lazio. Il format prevede una conduttrice e due ospiti, che daranno vita a un percorso di 60 minuti tra i vini della Terra degli Etruschi e dei Latini e quelli della Magna Grecia.

    “Abbiamo scelto Instagram – continua Roberta – perché è un social giovane e fresco. In molti ci seguono proprio su quel canale e pensiamo che ci consentirà di raggiungere più appassionati e winelover oltre a tutti coloro che avranno voglia di conoscere il nostro mondo”.

    Ecco il calendario aggiornato

    • Giovedì 22 aprile – Vini vulcanici conduce Francesca Landolina
    • Giovedì 29 aprile – Lazio e Sicilia in rosé conduce Floriana Risuglia
    • Giovedì 6 maggio – Lazio e Sicilia di bolla in bolla conduce Maria Antonietta Pioppo
    • Giovedì 13 maggio – Lazio e Sicilia tra cibo e vino conduce Chiara Giannotti
    • Giovedì 20 maggio – Lazio e Sicilia a Bruxelles conduce Alma Torretta
    • Giovedì 27 maggio – Vitigni nobili di Lazio e Sicilia conduce Sabrina de Feu

    Vino per amatriciana, vino per supplì: spazio anche all’enogastronomia

    Le puntate del 13 e 20 maggio avranno un focus specifico sull’enogastronomia e sull’abbinamento vino-cibo. Un gioco di accostamenti incrociati tra calici e piatti delle rispettive regioni: supplì o arancine, o, ancora, la pasta incasciata e l’amatriciana. Saranno anche coinvolti gli chef e rappresentanti di associazioni e del territorio per dare uno spaccato più ampio dei temi che verranno trattati.

    Non mancherà uno sguardo internazionale, come ci spiega Roberta. “Il cibo, così come il vino, è espressione del territorio e delle sue tradizioni. Il 20 maggio avremo il piacere di ospitare Alma Torretta, giornalista siciliana ora a Bruxelles, che ci racconterà due storie di enogastronomia laziale e enogastronomia siciliana nella capitale belga. È proprio vero che il vino ci unisce (e il cibo in questo caso) anche all’estero”.

    Il vino ci unisce donne del vino

    Progetto di valorizzazione, in attesa della ripresa del turismo del vino

    Non poteva mancare l’intervento della Presidente nazionale delle Donne Del vino, Donatella Cinelli Colombini, riportata in una nota stampa. La fondatrice dell’associazione – che ha anche recentemente pubblicato un nuovo manuale dell’enoturismo – afferma che si tratta di “un’iniziativa intrigante. La forza di questa alleanza tra Lazio e Sicilia, sta proprio nell’unicità dei territori e dei vini e rappresenta un’occasione di valorizzazione e di promozione per invitare gli appassionati a ritornare a vivere l‘esperienza del vino, dal vivo”.

    “Ed è anche un modo – continua – per riaffermare in questo momento così difficile per il settore, la nostra presenza, perché non ci siamo mai fermate. Iniziative come queste e tante altre che stiamo facendo in tutte le delegazioni, come i webinar di formazione, ci permettono di progettare l’oggi.

    Related Posts

    Ultimi Articoli

    LabelDoo, stampa le tue etichette vino online personalizzate

    Su labeldoo.com puoi configurare le tue etichette vino, scegliendo tra un’ampia gamma di materiali. Richiedi il campionario gratuito!

    Quando anche l’occhio vuole la sua parte!

    Lo Scatolificio Ondulkart grazie all’ utilizzo di macchinari all’avanguardia e di personale qualificato si è specializzata nella realizzazione di stampe anche complesse e di alta definizione.

    Etichette vino personalizzate e sostenibili: la sfida di Tipografia Madonna della Querce

    L’azienda, specializzata nel settore della stampa etichette vino, è certificata FSC e utilizza carta che ne attesta la provenienza da una filiera responsabile