More

    I vini di La Canosa: tra la conquista dei mercati esteri e le conferme made in Italy

    Array

    La crescita di Tannico non si ferma: pronto a conquistare il mercato vini francese

    Una crescita esponenziale, quella di Tannico negli ultimi mesi, che va di pari passo con il boom dell'e-commerce del vino '

    Mete enoturismo toscane: Palagetto e i colli senesi del Chianti

    Per chi ama scoprire i luoghi dove nascono i grandi vini italiani, Palagetto, all'ombra delle torri di San Gimignano, è una meta ideale Pochi territori...

    Con Devin il tappo vino del futuro è ecologico

    Devin di Tapì è un tappo vino ottenuto con polimeri di natura vegetale e vinaccia residua dalla produzione, elementi che gli conferiscono la sua...

    Il controllo della temperatura nella fermentazione del vino: le soluzioni di Elmiti

    Elmiti ha portato la sua esperienza nel settore dei riscaldatori elettrici a disposizione del mondo del vino. Perché la fermentazione è un momento importante, che necessita di cure scrupolose

    È Roberto Marcolini il nuovo Presidente del Consorzio Doc Friuli Aquileia

    Novità nel Consorzio Doc Friuli Aquileia, con Roberto Marcolini eletto nuovo presidente.

    L’azienda marchigiana del Piceno La Canosa, portavoce dei valori autentici del “far buon vino” made in Italy, riscuote successo in casa e fuori.

    bottiglie - CopiaI vini della casa, come il Nummaria, il Nullius e il Musè, hanno avuto infatti approvazioni dagli importatori d’oltreoceano in occasione del World wine meetings 2015 di Chicago, dove si sono riuniti espositori di alto livello da tutto il mondo al Embassy Suites of downtown Chicago. Spopolano invece i bianchi sulla piazza del Fritto Misto 2015 ad Ascoli Piceno. Il Pekò, pecorino in purezza, e il Servator, passerina in purezza, conquistano il beneplacido degli Chef stellati, dato che l’abbinamento con le fritture ne esalta sapore, profumo e colore. Non ultime le conferme del mercato britannico, avute durante la partecipazione alla kermesse londinese del 18 maggio, il London Wine Fair, infatti sempre più ristoranti inglesi richiedono la presenza dei vini firmati La Canosa nelle loro wine list, sia bianchi che rossi. Ma qual è il segreto di Riccardo Reina & Co.? Poche e semplici regole. In primis investire sulla qualità di ogni singolo passaggio della produzione, dalla cura dell’uva alla bottiglia; trattare ogni singolo vitigno con pazienza e passione, e di conseguenza seguire con la stessa dedizione tutte le linee produttive, senza lasciare indietro o in secondo piano nessuno dei “figli”; infine mantenere il giusto prezzo di mercato, senza lucrare o svilire il prodotto. Sembrerebbe tutto facile…ma non riesce sempre a tutti!

    Related Posts

    Ultimi Articoli

    LabelDoo, stampa le tue etichette vino online personalizzate

    Su labeldoo.com puoi configurare le tue etichette vino, scegliendo tra un’ampia gamma di materiali. Richiedi il campionario gratuito!

    Quando anche l’occhio vuole la sua parte!

    Lo Scatolificio Ondulkart grazie all’ utilizzo di macchinari all’avanguardia e di personale qualificato si è specializzata nella realizzazione di stampe anche complesse e di alta definizione.

    Etichette vino personalizzate e sostenibili: la sfida di Tipografia Madonna della Querce

    L’azienda, specializzata nel settore della stampa etichette vino, è certificata FSC e utilizza carta che ne attesta la provenienza da una filiera responsabile