More

    Fedrigoni presenta la sua nuova immagine globale

    Vino senza solfiti, ma esiste davvero? Le risposte dell’enologo

    Se ne sente parlare sempre più spesso e ha catturato l'attenzione di un numero crescente di produttori, enologi ed esperti del settore. Stiamo parlando del vino senza solfiti.

    Industria 4.0 e vino, come beneficiare del Credito d’Imposta

    ERInformatica presenta il suo pacchetto “chiavi in mano” pensato appositamente per il mondo del vino, per virare verso un’industria 4.0 beneficiando del 50% in credito d’imposta.

    Vino Chianti, che successo: è boom di vendite da inizio 2021

    Il successo del Vino Chianti non si ferma, neanche in questo momento ancora - purtroppo - difficile causa pandemia

    Gin Tonic Day 2021

    Il 9 aprile è il Gin Tonic Day, ecco qualche consiglio per festeggiarlo al meglio!

    Gelate a Montalcino: si accendono i falò

    Come in Borgogna anche a Montalcino si accendono i falò per contrastare le gelate fuori stagione Il freddo è arrivato decisamente fuori stagione; dopo un...

    La divisione autoadesivi per etichette diventa Fedrigoni Self-Adhesives

    Fedrigoni, dal 1888 leader a livello internazionale nelle carte speciali ad alto valore aggiunto, lancia una nuova immagine globale disegnata da Pentagram, tra le più note agenzie di comunicazione e design al mondo.

    Pentagram ha declinato l’identità in tutte le sue sfaccettature e razionalizzato i marchi, creando un nuovo nome e un’immagine omogenea per la divisione autoadesivi. Dall’unione di Arconvert e Ritrama è nato infatti Fedrigoni Self-Adhesives, un solo brand di eccellenza che valorizza l’appartenenza al Gruppo. Un traguardo importante per quest’area di business, già leader globale in settori quali Wine & Spirits, Food & Beverage, Home-Beauty-Personal Care, Farmaceutico, Automotive, Advertising & Promotion, Luxury, Tessile, Trasporti e Logistica.

    “Con questo progetto poniamo le fondamenta per costruire un grande gruppo mondiale, proseguendo nel percorso di crescita che abbiamo intrapreso con successo – commenta Marco Nespolo, amministratore delegato del Gruppo Fedrigoni –. Un processo in cui la creatività ricopre un ruolo di primo piano. ‘Elevating Creativity’ è la nostra missione: la scala del nostro logo rappresenta la volontà, attraverso i nostri prodotti, di supportare tutti i clienti a migliorare ed elevare i loro brand”.

    Fedrigoni Self-Adhesives è il primo fornitore europeo di carte autoadesive per il settore enologico grazie a efficaci sinergie interne: quella Manter e Ritrama, che unisce i migliori frontali (Manter) con gli adesivi più performanti (Ritrama), e quella con le cartiere del Gruppo, che garantisce la continuità del servizio a livello qualitativo e logistico e offre la possibilità di creare per il prodotto un’identità del tutto coordinata, scegliendo la stessa carta per l’etichetta, l’astuccio, la scatola, la shopper, il cartoncino per lo storytelling, etc. Ancora, l’expertise dei mastri cartai Fedrigoni consente di associare specifici trattamenti aggiunti all’impasto della carta – grazie ai quali le etichette superano la sfida del frigorifero e del secchiello del ghiaccio e resistono alle macchie – alle tecnologie Ultra WS e Barrier, che assicurano la stabilità dimensionale dell’etichetta sulla bottiglia ed evitano problemi di edgelifting, bolle e grinze.

    La collezione di carte autoadesive Manter coniuga eccellenti prestazioni tecniche, sostenibilità ed estetica. Le sue splendide texture stimolano la creatività dei migliori label designer nella progettazione di etichette uniche, in grado di aggiungere valore al prodotto e di influenzare le decisioni di acquisto dei consumatori. Il nuovo packaging di Confini ne è un esempio calzante. L’etichetta racconta la storia dell’elegante ed etereo Taurasi della cantina Camusi. L’Art Director Andrea Basile e il Type Designer Giuseppe Salerno trasportano il consumatore in una dimensione romantica e nostalgica, che riflette la tradizione agricola e artigianale irpina come valore fondante della famiglia Camusi. Il motivo floreale sottolinea l’importanza delle rose, che da sempre fungono da valide sentinelle a protezione del vigneto contro i parassiti. I fiori sembrano ricamati con pazienza, simbolo della manualità delle donne irpine, e sono stampati con colori caldi, contrastanti ma tenui, come le note del vino, che, prima di essere imbottigliato, ha riposato per tre lunghi anni in pregiate botti. Il lettering, in lamina a caldo e di elevato contrasto, nobilita ulteriormente l’etichetta.

    Related Posts

    Ultimi Articoli

    Buona Pasqua da La Serena, un brindisi alla primavera con i vini della cantina

    Dal Brunello al Rosso di Montalcino, alla Cantina La Serena la Pasqua ha il profumo del buon vino. In attesa della bella stagione. La Pasqua coincide, quest'anno, con i primi...

    Laimburg, vini che invecchiano nella roccia

    La cantina scavata nella roccia porfirica è uno dei fiori all'occhiello di Laimburg, dove vengono conservati e affinati alcuni dei suoi vini. Qui si svolgono anche degustazioni ed eventi istituzionali

    Dl Sostegno: chi ne beneficierà e quali sono i parametri per fare domanda

    Dall'8 Aprile arrivano i fondi del Dl Sostegno Cambiano i parametri di assegnazione nel Dl Sostegno, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 22 Marzo: punto chiave...