Dolcetto: l’eccellenza di un vino che diventa stile

Dolcetto: l’eccellenza di un vino che diventa stile

Stile nel colore. Stile nel profumo. Stile nel sapore. Il Dolcetto è il vino di punta dell’Azienda Agricola Barberis, simbolo di un territorio, quello di Cortemilia, che gli ha dato i natali ben 500 anni fa, prima ancora che questa fetta di Alta Langa diventasse altresì conosciuta per la sua produzione della Nocciola Tonda Gentile.

terrazzamenti Dolcetto Barberis

terrazzamenti Dolcetto Barberis

La viticultura eroica dei vigneti terrazzati sostenuti da muretti in pietra a secco rendono il Dolcetto uno dei prodotti più significativi di tutto il panorama enogastronomico della zona. E paradossalmente, il meno compreso. Molto spesso, infatti, dire Dolcetto equivale a dire vino banale e di pronta beva, senza caratteristiche salienti tali da giustificare un suo collocamento nelle sale del trono accanto a sua maestà il Barolo o il Barbera. Nulla di più errato. Il Dolcetto non è la Cenerentola dei vini, ma il Casanova di tutti i rossi. Per la sua raffinata versatilità che lo rende degno accompagnatore di molte portate importanti; per il suo spirito giovane in cui guizzano eleganza e armonia, audacia e pienezza di suggestioni; e per quella schiettezza che non lascia mai dubitare della sua più completa sincerità. Sì, il Dolcetto dell’Azienda Agricola Barberis è un vino sincero, che non tradisce, non illude, non millanta ciò che non è in grado di promettere. Un vino che o si odia o si ama. Ma diciamoci la verità: ad odiarlo, si ha solo da perdere.

Il Dolcetto possiede un colore che tende al rosso cardinalizio, a metà strada tra Nebbiolo e Barbera. Il suo profumo è fresco e suadente come una sera di tarda primavera. Il suo sapore, invece, rotondo e complesso, con note di mandorle amare che persistono ben oltre l’assaggio. Una particolarità del Dolcetto dell’Azienda Agricola Barberis è il suo tenore zuccherino, ben al di sotto dei 2 grammi per ogni litro. E’ un vino che accarezza i sensi, sebbene le sue uve vengano alla luce da terre aspre, prevalentemente calcaree e marnose, collocate al di sopra dei 600 metri e con pendenze che possono arrivare anche al 50%, rendendo il lavoro del viticoltore molto più duro e ostinato che altrove.

Gli abbinamenti? Il Dolcetto è un vino che prende galantemente sottobraccio ogni piatto, dall’antipasto al primo, dal secondo al dolce. Mai protagonista, è la cornice perfetta che esalta il quadro di un buon simposio. Sarebbe scontato affermare che si sposa bene con un generoso tagliere di salumi o con una porzione di fumanti tagliatelle al ragù; con un arrosto strutturato o con il tradizionale bollito misto piemontese. Il Dolcetto, in realtà, dà il massimo di sé con portate a base di pesce. Come il cacciucco, ad esempio. Ma anche sarde, acciughe, baccalà e crostacei. Con un vino così eclettico, l’unica regola in cucina è la fantasia.

Color style. Perfume style. Flavor style. Dolcetto is the flagship wine of Barberis’s Farm, a symbol of a territory of Cortemilia, which gave birth to it 500 years ago, even before this slice of Alta Langa became known for its production of hazelnut Tonda Gentile.

The terraced viticulture of the vineyards were supported by dry stone walls make Dolcetto one of the most significant products of the whole enogastronomic panorama of the area. And paradoxically, the least understood. In fact, very often, saying Dolcetto it’s mean to saying banal wine and ready to drink it, without salient features such as to justify its placement in the rooms next to his majesty Barolo or Barbera. Nothing more wrong. Dolcetto is not the Cinderella, but the Casanova of all the reds wines. For its refined versatility that makes it a good companion of many important plates; for its young spirit with elegance and harmony, fullness of suggestions flow; so never lets him doubt his most complete sincerity. Yes, the Dolcetto of the Barberis’s Farm is a sincere wine, which does not deceive on what it is not able to promise. A wine that you can hates or loves. But let’s face it: if you hate it, you just have to lose.

Dolcetto has a color that tends to red cardinalice, halfway between Nebbiolo and Barbera. Its scent is fresh and mellow like a late spring evening. Its flavor, however, is round and complex, with notes of bitter almonds that well persist even beyond tasting. A special feature of the Barberis Farm’s Dolcetto it is its sugar content, below 2 grams per liter. It is a wine that caresses the senses, although its come to light from harsh lands, mainly limestone, placed above 600 meters and with slopes that can even reach 50%, making the work of the winemaker much more hard than elsewhere.

The combinations? Dolcetto is a wine that gallantly takes each plates, from the starter to the first, from the second plates to the dessert. It is the perfect frame that enhances the framework of a good symposium. It would be obvious to say that it goes well with a generous plate of cold cuts or with a portion of tagliatelle with meat sauce; with a structured roast or with the traditional Piedmontese mixed boiled meat. The Dolcetto, in fact, gives the maximum of itself with courses based on fish. Like the cacciucco, for example. But also sardines, cod and shellfish. With such an eclectic wine, the only way in the kitchen it is the imagination.

About The Author

Emanuela Crosetti

Esploratrice solitaria delle pieghe del mondo, sempre alla ricerca di storie on the road, si laurea in Economia e in Filosofia a Torino, per poi gettarsi a capofitto nella fotografia di reportage e diventare autrice di letteratura di viaggio con il libro d'esordio "Come ti scopro l'America". Tutto il resto è Bellezza di ciò che deve ancora accadere, senza fretta ma senza sosta.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai notizie e aggiornamenti sul mondo del vino e non solo


Cliccando su "Iscriviti" accetti di ricevere la nostra newsletter (Leggi informativa). Potrai disiscriverti in ogni momento cliccando sul link presente nella newsletter che ti invieremo

ABBONATI ORA

I Grandi Vini è un bimestrale dedicato alle notizie e novità dal settore vinicolo. Da  più di 10 anni  in prima fila tra le riviste italiane sul vino, I Grandi Vini non è solo una rivista di settore è un progetto editoriale che ha come obiettivo quello di raccontare l’eccellenza, enologica in primis ma anche gastronomica, con sguardo crititco e sempre attento all’attualità, al contesto economico e socio- politico.

Regalati o regala un anno di… Grandi Vini

 

SCOPRI COME

Video Recenti

Loading...

Cos’è WineNetwork?


Un’ampia e moderna rete di servizi  con un unico comune denominatore: il vino.

Da oggi puoi raggiungere il target giusto

Il nostro consulente WineNetwork ti aiuterà a comunicare!

 

SCOPRI COME

Agro Meteo

oggi 19 Mar 19

 

  

  • vento
  •  
  •  
N/A
5 giorni di previsioni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
N/A
Settaggi

Unità di temperature

  • Fahrenheit
  • Celsius

Unità di misura vento

  • Miglia
  • Kilometri
  • Metri
X