More

    Devin, il primo tappo ecosostenibile da economia circolare integrata

    Vino senza solfiti, ma esiste davvero? Le risposte dell’enologo

    Se ne sente parlare sempre più spesso e ha catturato l'attenzione di un numero crescente di produttori, enologi ed esperti del settore. Stiamo parlando del vino senza solfiti.

    Industria 4.0 e vino, come beneficiare del Credito d’Imposta

    ERInformatica presenta il suo pacchetto “chiavi in mano” pensato appositamente per il mondo del vino, per virare verso un’industria 4.0 beneficiando del 50% in credito d’imposta.

    Vino Chianti, che successo: è boom di vendite da inizio 2021

    Il successo del Vino Chianti non si ferma, neanche in questo momento ancora - purtroppo - difficile causa pandemia

    Gin Tonic Day 2021

    Il 9 aprile è il Gin Tonic Day, ecco qualche consiglio per festeggiarlo al meglio!

    Gelate a Montalcino: si accendono i falò

    Come in Borgogna anche a Montalcino si accendono i falò per contrastare le gelate fuori stagione Il freddo è arrivato decisamente fuori stagione; dopo un...

    Il rispetto dell’ambiente, la ricerca della qualità, la sicurezza: ecco Devin

    Devin, il tappo ottenuto da residui di vinaccia e polimeri di natura vegetale, si distingue per la sua efficienza e per la sua impronta green.

    Il riutilizzo della vinaccia riciclata fa di Devin il primo tappo ecosostenibile da economia circolare integrata. La vinaccia, infatti, rinasce ed entra nuovamente nel sistema uva – vino in un ciclo virtuoso.

     Un aspetto estremamente importante nel mondo del vino così come in altri settori. Come sempre, in casa Tapì la parola d’ordine è qualità. Devin offre performance meccaniche e di tenuta all’ossigeno che ne fanno una chiusura tecnicamente evoluta e sicura dedicata a tutti i vini, anche biodinamici e SO2 free. 

    La struttura interna del tappo conferisce qualità di massima tenuta e facilità di stappatura con un effetto barriera elevato e controllato, che permette un’evoluzione regolare e ottimale ai vini. Da non sottovalutare l’aspetto estetico: la caratteristica unica che distingue Devin dalle altre chiusure è la sua colorazione naturale, data proprio dalla vinaccia. Devin è privo di qualsiasi colorante artificiale e con una ridotta impronta di carbonio. La scelta giusta per chi vuole optare per un prodotto ecosostenibile che abbraccia l’ambiente, senza rinunciare all’eleganza e alla funzionalità!

     

    Related Posts

    Ultimi Articoli

    Buona Pasqua da La Serena, un brindisi alla primavera con i vini della cantina

    Dal Brunello al Rosso di Montalcino, alla Cantina La Serena la Pasqua ha il profumo del buon vino. In attesa della bella stagione. La Pasqua coincide, quest'anno, con i primi...

    Laimburg, vini che invecchiano nella roccia

    La cantina scavata nella roccia porfirica è uno dei fiori all'occhiello di Laimburg, dove vengono conservati e affinati alcuni dei suoi vini. Qui si svolgono anche degustazioni ed eventi istituzionali

    Dl Sostegno: chi ne beneficierà e quali sono i parametri per fare domanda

    Dall'8 Aprile arrivano i fondi del Dl Sostegno Cambiano i parametri di assegnazione nel Dl Sostegno, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 22 Marzo: punto chiave...