More

    Come scegliere il vino giusto per ogni occasione?

    La crescita di Tannico non si ferma: pronto a conquistare il mercato vini francese

    Una crescita esponenziale, quella di Tannico negli ultimi mesi, che va di pari passo con il boom dell'e-commerce del vino '

    Mete enoturismo toscane: Palagetto e i colli senesi del Chianti

    Per chi ama scoprire i luoghi dove nascono i grandi vini italiani, Palagetto, all'ombra delle torri di San Gimignano, è una meta ideale Pochi territori...

    Con Devin il tappo vino del futuro è ecologico

    Devin di Tapì è un tappo vino ottenuto con polimeri di natura vegetale e vinaccia residua dalla produzione, elementi che gli conferiscono la sua...

    Il controllo della temperatura nella fermentazione del vino: le soluzioni di Elmiti

    Elmiti ha portato la sua esperienza nel settore dei riscaldatori elettrici a disposizione del mondo del vino. Perché la fermentazione è un momento importante, che necessita di cure scrupolose

    È Roberto Marcolini il nuovo Presidente del Consorzio Doc Friuli Aquileia

    Novità nel Consorzio Doc Friuli Aquileia, con Roberto Marcolini eletto nuovo presidente.

    Ci pensa Vino à Porter, il sommelier virtuale, idea di una startup milanese.

    Quanto è difficile trovare il vino che maggiormente possa incontrare i nostri gusti o i gusti dei nostri ospiti? Oppurevino-a-porter individuare la bottiglia giusta per una cena importante? Ecco che la tecnologia può venirci in aiuto. Il sommelier virtuale in questo caso si chiama Vino à Porter. Si tratta di una startup milanese che ha pensato un algoritmo del gusto: il progetto, definito da Gambero Rosso come uno dei più innovativi made in Italy, è di tre ragazzi under 30, Matteo Parisi, Marco Piazzalunga e Lorenzo Moro.

    L’algoritmo agisce analizzando le risposte del cliente a semplici domande collegate al mondo del vino. Così si raccolgono informazioni sui gusti e le aspettative, attraverso un test che richiede meno di un minuto: il risultato è un’offerta personalizzata, composta da una selezione delle etichette che meglio si sposano al palato e ai cibi consumati dall’utente.

    “L’idea – spiegano – è nata per dare la possibilità agli utenti di trovare un vino adatto ai loro gusti, alle loro cene, senza spendere più di un minuto per sceglierlo. Un vino che fosse sempre qualcosa di nuovo, consegnato rapidamente a casa, alla temperatura giusta. Non trovando un servizio che rispondesse all’esigente domanda, abbiamo deciso di mettersi in gioco”.

    Per garantire un servizio di alta qualità, la startup ha stretto un rapporto di collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier, che ha collaborato alla creazione dell’algoritmo e alla selezione delle cantine, 150 in tutta Italia, principalmente al di fuori dei circuiti commerciali più noti. Le cantine entrano in catalogo attraverso delle “degustazioni pilota”, che preliminarmente testano i feedback dei consumatori.

    Vino à Porter si contraddistingue anche per la celerità della consegna: trenta minuti per i clienti residenti a Milano, 48 ore nel resto d’Italia. www.vinoaporter.com

    Related Posts

    Ultimi Articoli

    LabelDoo, stampa le tue etichette vino online personalizzate

    Su labeldoo.com puoi configurare le tue etichette vino, scegliendo tra un’ampia gamma di materiali. Richiedi il campionario gratuito!

    Quando anche l’occhio vuole la sua parte!

    Lo Scatolificio Ondulkart grazie all’ utilizzo di macchinari all’avanguardia e di personale qualificato si è specializzata nella realizzazione di stampe anche complesse e di alta definizione.

    Etichette vino personalizzate e sostenibili: la sfida di Tipografia Madonna della Querce

    L’azienda, specializzata nel settore della stampa etichette vino, è certificata FSC e utilizza carta che ne attesta la provenienza da una filiera responsabile