Select Page

Bollicine e Sostenibilità

Bollicine e Sostenibilità

Franciacorta, Cava e Champagne, tre esempi virtuosi di ricerca e di best-practise sulla viticoltura sostenibile

“Bollicine e sostenibilità”  è il titolo del convegno e uno degli highlight più sentiti a Simei 2019 sul tema della ecosostenibilità in materia vitivinicola.

In vista della nuova politica agricola comunitaria (PAC) e degli interventi finanziari posti al raggiungimento di alte performance da parte di tutto il comparto agroalimentare nella riduzione di emissioni inquinanti, il settore del vino si appresta a mettere in atto e a definire tutta una serie di misure volte a ridurre l’impatto ambientale in tutte le fasi della filiera.

Nell’ottica di un approccio attivo e di un progressivo adempimento agli obiettivi posti dalla pac 2020, Unione italiana Vini ha voluto chiamare in causa alcuni esempi di “governance aziendale”  adottati già da qualche anno da alcune aziende internazionali produttrici di bollicine: Franciacorta, Cava e Champagne.

Arturo Ziliani, amministratore delegato della Guido Berlucchi, ha spiegato i punti salienti della green philosophy che accompagna dal 2016 la certificazione biologica dell’azienda. Dall’utilizzo di software in grado di monitorare il grado delle emissioni in fasi di produzione, alle mappe satellitari a infrarossi che permettono di individuare la ricchezza del suolo e distribuire i concimi senza sprechi, i 5000 metri quadrati di pannelli fotovoltaici e un’iniziativa di fondamentale importanza per la formazione di nuove coscienze: l’Academia Berlucchi, agorà contemporanea in cui ci si confronta, si discute, si partoriscono nuove idee sul tema.

In Spagna, Cavas Vilarnau pensa al futuro del pianeta da cinque generazioni, sin dal 1938: Eva Plazas Torné, enologa, ha illustrato tutte le misure sostenibili impiegate nella filiera: si parte dall’investimento in biomasse prodotte con materiali organici e scarti del vigneto per abbattere l’uso di carburanti fossili, fino alla riduzione del 50% dei trattamenti chimici; la raccolta di acqua piovana in bacini appositi e una riduzione totale degli sprechi favorendone il riciclo. Per l’impegno allo sviluppo sostenibile e alla lotta ai cambiamenti climatici, la cantina ha ottenuto la certificazione di “Wineries for Climate Protection” (WfCP) da parte della Federazione spagnola del vino (FEV).

In Francia, Pierre Naviaux, responsabile del progetto per lo sviluppo sostenibile del Comitato interprofessionale per il vino champagne, è impegnato nel coordinamento di un piano che coinvolge tutte le company francesi già operative in una nuova fase della viticoltura di adattamento ai cambiamenti climatici e preparata a misurare il proprio impatto ambientale. Tre i piani d’azione sviluppati per orientare la filiera verso una viticoltura ecologica: il piano acqua, il piano biodiversità e il piano carbonio.

Ad avallare l’importanza e l’urgenza dell’impegno profuso dai cugini d’oltralpe e dalle singole iniziative aziendali (Franciacorta e Spagna) è stato Michele Alessi, spiegando come il MIPAAF stia lavorando alla stesura di una normativa nazionale unica in termini di sostenibilità e che copra tutto il ciclo produttivo, dalle operazioni colturali in vigna alla commercializzazione.

“Tutte le politche UE, per il periodo post 2020, si dovranno ispirare a un approccio di sostenibilità e la politica agricola europea sta diventano un banco di prova” ha rimarcato Roberta Sardone del CREA sottolinenando l’urgenza di un piano normativo e istituzionale per il nostro paese.

 

About The Author

Chiara Martinelli

Un passato nella moda la porta ad essere il riferimento fashion della redazione. La sua passione per il vino e in particolare per le bollicine, nasce tra quattro chiacchere e sorrisi, fino a diventare una vera professione. Gionalista pubblicista, si occupa anche di p.r. e social media.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai notizie e aggiornamenti sul mondo del vino e non solo


Cliccando su "Iscriviti" accetti di ricevere la nostra newsletter (Leggi informativa). Potrai disiscriverti in ogni momento cliccando sul link presente nella newsletter che ti invieremo

ABBONATI ORA

I Grandi Vini è un bimestrale dedicato alle notizie e novità dal settore vinicolo. Da  più di 10 anni  in prima fila tra le riviste italiane sul vino, I Grandi Vini non è solo una rivista di settore è un progetto editoriale che ha come obiettivo quello di raccontare l’eccellenza, enologica in primis ma anche gastronomica, con sguardo crititco e sempre attento all’attualità, al contesto economico e socio- politico.

Regalati o regala un anno di… Grandi Vini

 

SCOPRI COME

Video Recenti

Loading...

Cos’è WineNetwork?


Un’ampia e moderna rete di servizi  con un unico comune denominatore: il vino.

Da oggi puoi raggiungere il target giusto

Il nostro consulente WineNetwork ti aiuterà a comunicare!

 

SCOPRI COME

Agro Meteo

oggi 14 Dec 19

 

  

  • vento
  •  
  •  
N/A
5 giorni di previsioni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
N/A
Settaggi

Unità di temperature

  • Fahrenheit
  • Celsius

Unità di misura vento

  • Miglia
  • Kilometri
  • Metri
X