Select Page

Bertolaso, il premio Simei 2017 ne conferma gli alti standard qualitativi

Bertolaso, il premio Simei 2017 ne conferma gli alti standard qualitativi

Ricerca, innovazione e assistenza costante per ogni azienda.

Durante il Simei 2017 l’imbottigliatrice del Gruppo Bertolaso S.r.l. si è aggiudica il Technological Innovation Award. Ma non è una novità che l’azienda di Verona si veda riconosciuto l’impegno che la rendono leader nel suo settore. Abbiamo chiesto a Roberto Azzolini, direttore commerciale Bertolaso, come si costruiscono standard qualitativi così elevati.
Come nasce un progetto così importante?
Bertolaso si è visto riconoscere al Simei un premio durante tutte le edizioni a cui ha partecipato. Questo è il frutto di un lavoro di sviluppo costante e delle indicazioni dei nostri clienti che accendono la scintilla della nostra ricerca, questo progetto non fa eccezione. Nel settore del vino le riempitrici lavorano generalmente per livello, ma le cantine hanno la necessità di garantire i volumi: abbiamo creato un sistema che li controlla in modo puntuale misurando la differenza di peso prima e dopo il riempimento.
Quanto tempo avete lavorato su questa riempitrice?
Circa 1 anno, ma ci dedichiamo sempre a più progetti in contemporanea, poi portiamo al Simei il più rappresentativo. Per noi i premi sono una conferma della qualità tecnica delle nostre macchine e dell’apprezzamento del settore nei confronti del nostro impegno.
Il vostro lavoro si svolge su scala internazionale: come si riesce ad abbracciare tante realtà diverse?
Il mondo del vino è variegato, ma si possono individuare dei segmenti. Noi classifichiamo i clienti in base alle loro esigenze produttive, piccole, medie o grandi. C’è chi ricerca una velocità produttiva media, chi alta e chi altissima, ma tutti necessitano di macchine ad elevata affidabilità e garanzia di un servizio di assistenza. Noi cerchiamo di avvicinare le esigenze di tutti i clienti e questo ci consente di applicare la medesima affidabilità e qualità alle macchine destinate alle aziende di piccole, medie e grandi dimensioni. I denominatori comuni sono:
-il vino, che esige una particolare attenzione per conservare le sue caratteristiche organolettiche
-macchine flessibili che possano essere adattate a diversi formati di bottiglie.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai notizie e aggiornamenti sul mondo del vino e non solo


Cliccando su "Iscriviti" accetti di ricevere la nostra newsletter (Leggi informativa). Potrai disiscriverti in ogni momento cliccando sul link presente nella newsletter che ti invieremo

ABBONATI ORA

I Grandi Vini è un bimestrale dedicato alle notizie e novità dal settore vinicolo. Da  più di 10 anni  in prima fila tra le riviste italiane sul vino, I Grandi Vini non è solo una rivista di settore è un progetto editoriale che ha come obiettivo quello di raccontare l’eccellenza, enologica in primis ma anche gastronomica, con sguardo crititco e sempre attento all’attualità, al contesto economico e socio- politico.

Regalati o regala un anno di… Grandi Vini

 

SCOPRI COME

Video Recenti

Loading...

Cos’è WineNetwork?


Un’ampia e moderna rete di servizi  con un unico comune denominatore: il vino.

Da oggi puoi raggiungere il target giusto

Il nostro consulente WineNetwork ti aiuterà a comunicare!

 

SCOPRI COME

Agro Meteo

oggi 16 Sep 19

 

  

  • vento
  •  
  •  
N/A
5 giorni di previsioni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
N/A
Settaggi

Unità di temperature

  • Fahrenheit
  • Celsius

Unità di misura vento

  • Miglia
  • Kilometri
  • Metri
X