fbpx

Montenidoli

Una terra ricca di storia per vini dal carattere speciale

È una terra ricca di storia quella su cui poggia Montenidoli. Gli Etruschi, per primi, ne scoprirono le potenzialità e cominciarono a coltivare, qui, la vite, seguiti dai Romani, dai Cavalieri Templari e, poi, da generazioni e generazioni di famiglie contadine. Infine, nel 1965, Sergio, il Patriarca, ed Elisabetta arrivarono in questo angolo di Toscana e decisero di dedicarsi a queste terre e alle loro vigne: la prima annata, il 1971, è stata subito un successo. Da allora, rispetto per la terra e tradizione guidano la produzione di Montenidoli: le vigne vengono trattate in modo esclusivamente naturale, solo zolfo e rame contro i parassiti perché, come dicono dall’azienda, “la luce del sole e l’aria pulita sono le migliori medicine”. Un territorio unico per posizione e per conformazione: Montenidoli si trova infatti nel cuore della Toscana, sulla collina sopra San Gimignano. Meraviglie che non si trovano solo alla luce del sole, ma anche sottoterra: 5 milioni di anni fa, l’intera vallata era ricoperta dal mare, motivo per cui oggi, nella zona del fondo valle, i terreni sono particolarmente calcarei. La sommità della collina, invece, si è formata 350 milioni di anni fa, nel Triassico, ed è caratterizzata da terra rossa e roccia cavernosa ricche di minerali. Proprio questo tipo di roccia ha contribuito a dare vita ad un’altra incredibile particolarità del luogo; un grande lago sotterraneo, sotto Montenidoli, nato dall’acqua filtrata attraverso la roccia.   Ciò che contraddistingue più di tutto Montenidoli è il suo impegno nel sociale, con la Fondazione Sergio Il Patriarca Onlus: partendo dal presupposto che siamo tutti figli della stessa terra, la Fondazione si dedica all’accoglienza di giovani e anziani provenienti da tutto il mondo, con lo scopo di ritrovare le radici comuni che ci legano, aiutati anche dal contatto con la terra e con la natura. È esclusivamente per i soci della fondazione che viene prodotto il Triassico, il cui nome deriva dall’epoca in cui il territorio si è formato. Un vino rosso che nasce dal rispetto per l’ambiente e che segue i ritmi della natura (ci vogliono 5-6 anni prima che la pianta cominci a dare i suoi frutti): anche se la strategia potrebbe sembrare antieconomica, è questo l’unico modo per Montenidoli per ottenere un vigneto resistente nel tempo. Il Triassico nasce da un suolo con formazioni di calcare cavernoso, con diffusa presenza di ferro e manganese; è il vigneto più alto di San Gimignano (5-600 m slm). Mai uso di concimi, nessuna cimatura, sistema di allevamento ad alberello dove i germogli vengono appoggiati a quattro fili fissati a pali di castagno, preparati in Azienda: così la terra dona a Montenidoli un vino unico, di grande eleganza. GLI ALTRI VINI DELLA CANTINA 200 ettari di bosco circondano 27 ettari di vigneto e 10 ettari di olivi: questo il tesoro di Montenidoli. Tre etichette per la Vernaccia di San Gimignano DOCG: Tradizionale, Carato, e Fiore, quest’ultimo riconoscibile per la sua eleganza e finezza data dalla provenienza da terreni bassi e sabbiosi. Tra i vini storici della cantina, due bianchi – il Templare IGT, 70% Vernaccia, 20% Trebbiano Gentile, 10% Malvasia Bianca, e il Vinbrusco IGT, 65% Trebbiano Gentile, 35% Malvasia Bianca – e un rosato, il Canaiuolo IGT. La cantina produce anche vini rossi, come il Garrulo Chianti Colli Senesi DOCG, il Montenidoli IGT e il Sono Montenidoli IGT, questi ultimi entrambi 100% Sangiovese. Oltre al già citato Triassico per i sostenitori della Fondazione, Montenidoli produce anche un altro rosso speciale: il Colorino, da viti piantate nel 2006.

 

MONTENIDOLI. A location full of history and with a special attitude The land upon which stands Montenidoli is full of history. The Etruscan found out its potential first, and they started to cultivate the vine in this land, followed by the Romans and the Templar Knights and, at least, by generations of farming families. In 1965, Sergio, the patriarch, and Elisabetta, arrived to this corner of Tuscany and decided to dedicate themselves to here lands and their vineyards: the first year, 1971, was a success. From that moment on , the respect for the land and for the tradition leads Montenidoli’s production: the vineyards are treated with natural products such as sulphur and copper against the parasites because, as the company says “ Sunlight and fresh air are the best medicine”. It is a unique territory indeed, for its position and its conformation: Montenidoli is, in fact, located in the heart of Tuscany, on the hill up on San Gimignano. It’s full of wonders, not just over ground but also underground: 5 millions years ago, the entire valley was covered by the sea, that’s why today, at the end of the valley, the soil is particularly calcareous. The top of the hill was formed 350 million years ago, in the Triassic era, and it is characterised by red soil and cavernous rock, both full of minerals. It was this kind of rock that contributed to give birth to another peculiarity of the land: a big underground lake, just below Montenidoli, born form the water filtered by the rocks. But what makes Montenidoli special is its social commitment, with the foundation Sergio Il Patriarca Onlus: under the assumption that we all are children of the same Earth, the foundation dedicates itself to the hospitality of young and old people from all over the world, with the purpose of rediscovering the common roots that binds us through the contact with earth and nature. It is exclusively for the foundation’s members that Triassico is produces, this name comes from the era where this territory was born. A red wine that is characterised by the respect for the nature and its rithms (it takes from 5 to 6 year to make the plant bear fruits): even though the strategy may seem anti-economical it is the only way, for Montenidoli, to obtain a vineyard that resist in time. The Triassico is born from a soil with cavernous limestone, with a presence of iron and managese; it is cultivated on the plot called Le Pianore di Montenidoli and it is the highest vineyard in San Gimignano (500/600 meters above sea level). Fertilisers, flocks and the “Alberello” breeding system are never used: so the earth gives to Montenidoli a unique wine, of a great elegance. THE OTHER WINES 200 hectares of woods surrounds 27 hectares of vineyards and 10 hectares of olive groves: this is the Montenidoli’s treasure. Three labels for the Vernaccia di San Gimignano DOCG: Tradizionale, Carato, and Fiore, this one is recognisable for its elegance and finesse proved by its origin from low and sandy grounds. Among the historic wines of the company we have two whites – the Templare IGT, 70% Vernaccia, 20% Trebbiano Gentile, 10% Malvasia Bianca, ands the Vinbrusco IGT, 65% Trebbiano Gentile, 35% Malvasia Bianca – and a rosée the Canaiuolo IGT. The winery produces also red wines as the Garrulo Chianti Colli Senesi DOCG, the Montenidoli IGT and the Sono Montenidoli IGT, these last two are both 100% Sangiovese. As well as the Triassico, for the foundation members, Montenidoli produces also anothe special red wine: the Colorino, made from vines planted in 2006

Contatta Montenidoli




Montenidoli

Località Montenidoli

San Gimignano
53037 San Gimignano – Siena

Telefono: +39 0577941565

Email: montenidoli@valdelsa.net

Sito Web: http://www.montenidoli.com

X