Mediobanca, più occupati e crescono anche spese pubblicità (+5,9%)

La ricerca annuale dell’Area studi Mediobanca sul settore afferma che l’anno scorso i 155 principali gruppi del vino italiani hanno aumentato i loro investimenti materiali del 26,7% rispetto al 2016, con le cooperative che segnano una crescita del 41% e le società di capitali del 17%.

Decisamente in aumento anche l’occupazione (+1,8%) e in controtendenza gli investimenti pubblicitari: i ‘big’ del comparto (che coprono il 76% dei ricavi del settore) hanno segnato un aumento della spesa pubblicitaria del 5,9% rispetto al 2016 contro una crescita totale del mercato dello 0,4% che sarebbe però in calo del 2% escludendo il canale Internet.

Per quanto riguarda i diversi canali di vendita, per i grandi produttori del ‘panel’ Mediobanca prevale la grande distribuzione organizzata (Gdo) che interessa il 38,2% della produzione, seguita dai grossisti e intermediari al 16,8%, dall’Ho.Re.Ca. con il 16,5% e dalla rete diretta con il 12,6%. Sui mercati esteri domina la figura dell’intermediario importatore, che assorbe il 74,5% dell’export.