fbpx

Analisi “World Top Exports”: i cambiamenti nel mercato del vino

Analisi “World Top Exports”: i cambiamenti nel mercato del vino

Il portale specializzato ha analizzato i principali mercati nel 2018. Francia e Italia confermano il monopolio delle esportazioni

Quello a cui stiamo assistendo negli ultimi anni è un vero e proprio cambiamento nel mercato del vino. Sono tanti i dati che potrebbero stupirci, come per esempio il fatto, che tra i primi 15 Paesi esportatori in termini di valore, ci sono nazioni dove non esiste la produzione enoica. Infatti bisogna tenere presente che l’analisi del portale specializzato “World Top Exports” ha preso in considerazione anche idati dei vini importati e poi riesportati da Paesi in cui la produzione di vino è nulla o marginale.
Ci sono Paesi in cui la crescita in percentuale, negli ultimi anni, è stata più accentuata, come i Paesi Bassi (+47,6% tra il 2014 ed il 2018), Hong Kong (+37,4%), Australia (che è il quarto Paese esportatore in assoluto, in valore, a +28,3%) e Singapore (+10,8%).
Francia e Italia confermano il monopolio delle esportazioni: Francia al primo posto con 11 miliardi di dollari (29,5% del totale), seguita dall’Italia con 7,3 (19,6%). A seguire: Spagna (3,5 miliardi di dollari), Australia (2,2), Cile (2), Stati Uniti (1,4 miliardi di dollari), Germania e Nuova Zelanda (1,2 miliardi di dollari a testa). Sotto il miliardo il valore del vino esportato dal Portogallo (952 milioni di dollari), poi Argentina (824), Regno Unito (823), Sud Africa (783), e ancora Singapore (503 milioni di dollari), Hong Kong (436) e Paesi Bassi (390).
Da tenere in considerazione anche l’analisi della bilancia commerciale enoica dei diversi Paesi, soprattutto in periodo in cui si è tornati a parlare di barriere protezionistiche e dazi. Anche qui primeggia la Francia con il saldo positivo più ampio, 9,9 miliardi di dollari (+5% dal 2014), davanti all’Italia con 6,9 (+8,3%), alla Spagna con 3 (+0,7%), al Cile con 2 (+7,7%) e all’Australia con 1,5 (+42,8%). Il saldo peggiore, invece, lo registrano gli Stati Uniti, a -5 miliardi di dollari (con un deficit cresciuto del 21,3% dal 2014), il Regno Unito, a -3,5 miliardi di dollari, la Cina (-2,49), il Canada e la Germania (-1,9 miliardi di dollari).

About The Author

Myriam Zangari

Di adozione senese ma di puro sangue calabro, nella città del Palio si laurea in Archeologia e Scienze dell’Antichità. Creativa e curiosa, appassionata di ricerca, scrittura e fotografia, ama viaggiare alla scoperta di nuovi luoghi e nuove esperienze. Dopo aver studiato il vino nell’antichità si avvicina anche al mondo dell’enologia moderna iniziando a collaborare con la rivista.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai notizie e aggiornamenti sul mondo del vino e non solo


Cliccando su "Iscriviti" accetti di ricevere la nostra newsletter (Leggi informativa). Potrai disiscriverti in ogni momento cliccando sul link presente nella newsletter che ti invieremo

ABBONATI ORA

I Grandi Vini è un bimestrale dedicato alle notizie e novità dal settore vinicolo. Da  più di 10 anni  in prima fila tra le riviste italiane sul vino, I Grandi Vini non è solo una rivista di settore è un progetto editoriale che ha come obiettivo quello di raccontare l’eccellenza, enologica in primis ma anche gastronomica, con sguardo crititco e sempre attento all’attualità, al contesto economico e socio- politico.

Regalati o regala un anno di… Grandi Vini

 

SCOPRI COME

Video Recenti

Loading...

Cos’è WineNetwork?


Un’ampia e moderna rete di servizi  con un unico comune denominatore: il vino.

Da oggi puoi raggiungere il target giusto

Il nostro consulente WineNetwork ti aiuterà a comunicare!

 

SCOPRI COME

Agro Meteo

oggi 3 Apr 20

 

  

  • vento
  •  
  •  
N/A
5 giorni di previsioni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
N/A
Settaggi

Unità di temperature

  • Fahrenheit
  • Celsius

Unità di misura vento

  • Miglia
  • Kilometri
  • Metri
X