Select Page

20 anni e non sentirli: il Montecucco taglia il traguardo in occasione del Vinitaly

20 anni e non sentirli: il Montecucco taglia il traguardo in occasione del Vinitaly

1998-2008 le annate degustate presso lo stand del Consorzio di Tutela per ripercorrerne la storia.

“La nostra è una denominazione di nicchia, nata nonostante l’opposizione di chi voleva impegnare le nostre uve in altro modo. Oggi siamo qui a raccontare i nostri primi 20 anni, un percorso lungo cui abbiamo dovuto capire chi siamo, essendo in Maremma agricoltori prima che viticoltori, 2 identità che credo siamo riusciti ad accordare in modo armonioso”.

La voce è quella del presidente del Consorzio Tutela Vini Montecucco Claudio Carmelo Tipa, l’occasione quella delle 20 candeline che la denominazione ha spento presso il suo stand (B16, Padiglione 9) al Vinitaly 2018 accogliendo professionisti del settore per raccontare i propri nettari nell’unico modo possibile: facendone esperienza.

Due le annate in degustazione, 1998 e 2008: Santa Marta del 1998, Perazzeta Riserva 1998, Perazzeta Licurgo 1998, Parmoleto 2008 e Basile 2008, in un susseguirsi di note tipiche del Sangiovese indenni al trascorrere del tempo grazie alla caparbia acidità dei vini figli di terreni generosi dal punto di vista minerale.

Il Montecucco nasce da uve coltivate nei 7 comuni della denominazione della Docg: Arcidosso, Campagnatico, Castel del Piano, Cinigiano, Civitella Paganico, Roccalbegna e Seggiano.

Mappa di produzione Montecucco

Il Consorzio raggruppa 66 aziende produttrici e oltre 500 ettari di vigneto su una superficie vitata di circa 800 ettari per un totale di oltre 1,2 milioni di bottiglie annue. Numeri destinati a crescere, visto che il potenziale produttivo del Montecucco sfiora i 5,5 milioni di bottiglie. Mentre mercati come Germania e Svizzera hanno già adocchiato da tempo la denominazione, gli USA gli hanno aperto le porte. Prossimo step? I mercati orientali.

About The Author

Barbara Amoroso

Nata da una famiglia di appassionati piccoli produttori di Chianti, il profumo del vino mescolato a quello dei vecchi muri delle cantine, risveglia i suoi ricordi d'infanzia. Dopo la carriera sportiva e la laurea in Media e Giornalismo, approda alla carta stampata attraverso la rassegna stampa, per diventare poi giornalista. Versatile e curiosa per lei il vino è il sale della vita.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai notizie e aggiornamenti sul mondo del vino e non solo


Cliccando su "Iscriviti" accetti di ricevere la nostra newsletter (Leggi informativa). Potrai disiscriverti in ogni momento cliccando sul link presente nella newsletter che ti invieremo

ABBONATI ORA

I Grandi Vini è un bimestrale dedicato alle notizie e novità dal settore vinicolo. Da  più di 10 anni  in prima fila tra le riviste italiane sul vino, I Grandi Vini non è solo una rivista di settore è un progetto editoriale che ha come obiettivo quello di raccontare l’eccellenza, enologica in primis ma anche gastronomica, con sguardo crititco e sempre attento all’attualità, al contesto economico e socio- politico.

Regalati o regala un anno di… Grandi Vini

 

SCOPRI COME

Video Recenti

Loading...

Cos’è WineNetwork?


Un’ampia e moderna rete di servizi  con un unico comune denominatore: il vino.

Da oggi puoi raggiungere il target giusto

Il nostro consulente WineNetwork ti aiuterà a comunicare!

 

SCOPRI COME

Agro Meteo

oggi 16 Sep 19

 

  

  • vento
  •  
  •  
N/A
5 giorni di previsioni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
N/A
Settaggi

Unità di temperature

  • Fahrenheit
  • Celsius

Unità di misura vento

  • Miglia
  • Kilometri
  • Metri
X