domenica , 20 agosto 2017
Home > News > Grappa: giro d’affari di 223 milioni di euro nel 2015

Grappa: giro d’affari di 223 milioni di euro nel 2015

Le prime 20 aziende italiane nella produzione di grappa presentano un giro d’affari inferiore al 2014 e, malgrado i margini di crescita, sul fronte export offrono una situazione statica

Leggero rallentamento per l’economia della grappa italiana. Stando a quanto rivelato dalla ricerca di settore condotta da Pambianco Strategie di Impresa, il giro d’affari del 2015 delle prime 20 realtà del Belpaese nella produzione del noto liquore ha, infatti, sfiorato i 223 milioni di euro. Una cifra considerevole, ma certamente inferiore ai risultati del 2014 che, di euro, ne contava 225 milioni. Prospettive di crescita, invece, sul fronte dell’export che, tuttora, detiene un’incidenza del 25% sul fatturato complessivo. Previsioni a parte, la situazione delle principali realtà del settore rimane comunque invariata, condizionata per gran parte dalla debolezza del mercato interno. Nello specifico, solo 9 aziende vantano fatturati che superano i 10 milioni: Bonollo spa e Bonollo Umberto, con un giro di 33 milioni di euro, Franciacorta Distillerie (27,2 milioni di euro), Francoli, a quota 24,4 milioni, Bonaventura Maschio (18,9 milioni di euro), Marzadro (18,1 milioni di euro), Nonino che, oltre ad un fatturato di 13 milioni di euro, ha presentato per il 2016 un export pari al 50% di questo. A seguire, Berta e Castagner, rispettivamente a 12,4 e a 11,2 milioni.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

si