domenica , 28 maggio 2017
Home > News > Il Forasacco della Fattoria Le Masse

Il Forasacco della Fattoria Le Masse

Un bianco sorprendente, fresco e profumato, con una dedica speciale a tre giovani donne.

Dalla Fattoria Le Masse, dove si ergeva un tempo la leggendaria città di Semifonte, si domina la valle che separa Barberino Val D’Elsa dall’altopiano di Petrognano e San Donnino. Qui la famiglia Mugnaini è proprietaria fin dai primi anni ’50, e sta oggi attuando un processo di conversione al biologico volto ad arrivare alla conduzione biodinamica. Siamo poco lontano dal centro storico di Barberino, sotto le denominazioni Chianti Colli Fiorentini e Chianti Classico, cui appartengono i due rossi prodotti dall’Azienda.

Ma alla Fattoria le Masse si produce anche un fresco e armonioso vino bianco, il Forasacco, Igt Toscano caratterizzato da un bouquet di the, camomilla e pesca matura. Le uve, raccolte manualmente in cassetta, maturano per sei mesi in cemento, prima di affinare per altri sei mesi in bottiglia. Viene prodotto dal 2013, con Christiane ed i figli Robin e Lea che avevano già da un po’ preso la dirigenza dell’Azienda, e cominciato la nuova avventura di imbottigliare vini con etichetta propria.

Nello spirito dell’Azienda, questa tensione all’ammodernamento ed al miglioramento si fonde strettamente con il lavoro di riscoperta del passato, che è testimoniato dalla cura dedicata alle radici storiche del luogo, e dall’impegno nel preservare tutto quel che si è ereditato, come gli antichi impianti di viti e gli storici cloni presenti in vigna.

Forse per questo impegno a mantener memoria, oltre che per le doti artistiche della pittrice Christiane, è nata l’etichetta del Forasacco, che di fatto racchiude in sé una grata dedica. Le siluette di tre donne su sfondo bianco, infatti, raccontano la storia antica di questa Azienda, in cui nei primissimi anni di attività venne organizzata quasi per gioco una vendemmia-lampo, necessaria ma improvvisata. Tre giovani donne appena conosciute ed ingaggiate furono capaci – inaspettatamente – di portare a termine egregiamente il lavoro, contribuendo a posar le basi di quella che sarebbe diventata una solida Azienda a conduzione familiare, centro di un mondo in cui lavoro, arte, convivio e rispetto della natura si son fatti pane quotidiano.

Forasacco by Fattoria Le Masse

A surprising fresh and perfumed white wine, with a special ode to three young women.

From the Fattoria Le Masse, where once upon a time rised the city of Semifonte, we can see the valley which separates Barberino Val D’Elsa from the plateaus of Petrognano and San Donnino. Here the Mugnaini’s family owns the winery since the 50’s and to date is converting to organic, with the goal of reaching the biodynamic conduction method. We are just a few steps from the historical centre of Barberino, under the denominations of Chianti Colli Fiorentini e Chianti Classico. The ones of the two red wines of this winery.

But at Fattoria le Masse is produced also a fresh and harmonious white wine, the Forasacco. A Tuscan Igt which is characterised by perfumes of tea, chamomile and ripe peach. Its grapes, which are hand harvested in cases, age for 6 months in vat tanks and 6 months in the bottle. The first vintage dates back to 2013, with Christian and her sons Robin and Lea which already were leading the winery since some years and begun the new adventure of making wines with their own label.

Following the philosophy of this winery, looking for modernity and improvements perfectly merges with the rediscovery of the past, which is proved by care dedicated to the the origins of this place and the effort to preserve intact all of what they inherited from past generations, like the ancient vines implants and the historical varieties which were already present in the vineyard.

Thanks to this effort and the artistic skills of Christiane was born the label of Forasacco, which embodies a grateful dedication. The silhouettes of three women in a blank background, in fact, narrate the ancient story of this winery, when during its first years of activities, almost for game, were arranged an improvised but necessary flash-harvest. Three young women, just after being met and employed, were able to perfectly finish the job against every expectation. And so they contributed to build up the base of a solid family winery, which is now a place where work, art, brotherhood and respect for nature are daily foods.

About Giordana Gugliotta

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

si