giovedì , 14 dicembre 2017
Home > Rubriche > FONTANAFREDDA, IN ARRIVO ALBERGO DIFFUSO BIOLOGICO

FONTANAFREDDA, IN ARRIVO ALBERGO DIFFUSO BIOLOGICO

Entro il 2019 la certificazione ufficiale di agricoltura biologica.


Ospitalità farà rima con biologico tra le vigne di Mirafiore per una delle realtà più storiche del Barolo e del Piemonte come Fontanafredda di Oscar Farinetti. Particolarmente ambizioso il progetto che conduce all’apertura di un “albergo diffuso”, il “Vigna Magica”: una struttura a 4 stelle, dotata di 14 camere finemente arredate. Ubicato all’interno della tenuta, è solo il secondo di un progetto più ampio da 10 milioni di euro, l’Hotel Diffuso “Le Case dei Conti Mirafiore tra le vigne”, che raggrupperà 4 strutture, di cui una SPA, distribuite sui terreni di proprietà della cantina, candidata ad ottenere per la vendemmia 2019 la certificazione ufficiale di Agricoltura Biologica. Il processo di conversione dei 110 ettari è ormai al secondo anno e prevede un investimento di circa 2 milioni di euro per la creazione di un’azienda agricola, Casa E. di Mirafiore interamente biologica.

Fontanafredda è molto attenta alla responsabilità sociale di impresa: voluta da Vittorio Emanuele II e legata alle vicende della “Bela Rosin”, oggi è capofila di un gruppo vinicolo che, nel 2016, ha acquistato una serie di partecipazioni in aziende vitivinicole italiane per oltre 11 milioni di euro (Le Vigne di Zamò, in Friuli; le Cantine del Castello di Santa Vittoria, nel Roero, in Piemonte; San Romano, nel territorio di Dogliani, in Piemonte; le due aziende Serafini & Vidotto, in Veneto; le due aziende biologiche Brandini a La Morra, nel territorio del Barolo, in Piemonte).


Il 2016 è stato un anno da record per l’azienda, con un fatturato di 52 milioni di euro. Sono previste 100 nuove assunzioni entro il 2019, di cui 40 entro la fine dell’anno in corso, nei comparti dell’accoglienza (dove ha già investito con un parco tematico e due diverse proposte di ristorazione di alto livello, il Ristorante Guido nella Villa Reale, con lo chef stellato Ugo Alciati, e Disguido Osteria del Vino Libero), della produzione e dell’agricoltura. Ad annunciarlo la stessa azienda di Serra Lunga d’Alba, commentando la notizia della sua nomitation come “Cantina Europea dell’Anno” negli “Wine Star Awards”, una sorta di “Oscar mondiale del Vino”, promossi dall’autorevole rivista americana “Wine Enthusiast” ed assegnati alle eccellenze internazionali del settore.

About Stefania Maffeo

Giornalista multitasking, classe 1976, dalla Campania alla Toscana per amore....del mangiar bene e ….del bere meglio! Eclettica comunicatrice, appassionata lettrice, di cinema e di storia contemporanea, da sempre utilizza la parola come strumento di piacevole realtà.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

si