mercoledì , 26 aprile 2017
Home > Opinioni > Interviste > Expo, occasione unica per scoprire il Molise

Expo, occasione unica per scoprire il Molise

L’armonia tra uomo, natura e modalità di trasformazione dei cibi è il genius loci alla base delle eccellenze molisane in mostra all’evento mondiale.

Sito Archeologico di Altilia Terme

E’ di fatto l’unicità “delle eccellenze” ad esprimere al meglio il sapore e l’identità del Molise, piccola regione italiana che si è preparata a prendere parte all’Expo. L’assessore all’Agricoltura regionale, Vittorino Facciolla, ci mostra una cartolina inedita di questo affascinante territorio: dai prodotti tipici al vino, ecco la fotografia di una geografia molisana work in progress.

Con quali modalità la Regione Molise si presenta all’evento più atteso del 2015?

“Innanzitutto con la consapevolezza che molti dei principi base dell’Expo siano pienamente coerenti con molti degli aspetti territoriali e culturali del Molise. Da noi nutrire vuol dire innanzitutto rispettare e il settore agroalimentare regionale basa ogni parte del processo proprio sul rispetto e sull’armonia. Ad Expo useremo le tecnologie più avanzate per raccontare questa nostra originaria forza antropologica che, credo, sarà anche la nostra forza per i mercati del futuro. Soprattutto quelli enologici”.

molise

Pietrabbondante Teatro Sannita

Quali sono i comparti e settori che oggetto di valorizzazione?

“Sono coinvolti comparti specializzati in particolari nicchie alimentari, che vantano una lunghissima tradizione: tartufo del Molise, vino da uve autoctone (Tintilia). Il comparto di particolare rilievo è quello del vino che, soprattutto negli ultimi anni, ha registrato interessanti riscontri nazionali ed internazionali. Protagonista di questi importanti risultati è la riscoperta del vitigno autoctono Tintilia, ormai considerato fiore all’occhiello della produzione regionale. Fanno da corollario a queste specifiche produzioni altre tipicità, quali i prodotti lattiero-caseari, la pasta, e l’olio d’oliva”.

Parliamo di produzione vitivinicola: quali sono le novità e i progetti a sostegno dell’indotto economico del comparto?

“Per quanto riguarda la produzione vitivinicola, ad oggi contiamo 24 cantine, con alcune eccellenze riconosciute e ben diffuse sul mercato vinicolo, soprattutto nazionale. Dopo molti anni la nostra Regione è riuscita ad affermare una propria identità nel panorama vitivinicolo italiano, sganciandosi finalmente dalle altre realtà limitrofe alle quali spesso è stato associato. La produzione, che si sviluppa soprattutto nella zona collinare a ridosso della costa, ha consentito un aumento, di anno in anno, del numero di vitivinicoltori, dando vita ad una ricca e pregiata produzione regionale nella quale spiccano soprattutto la Tintilia ed il moscato bianco. Non solo, abbiamo altre denominazioni importanti (le due Doc, Biferno e Molise e l’IGT ‘Osco’ o ‘Terre degli Osci’) e, quanto ai vitigni tipici, vanno ricordati l’Aglianico e il Montepulciano che si affiancano alla Tintilia, mentre tra quelli a bacca bianca, ricordiamo la Malvasia lunga, il Moscato Bianco ed il Bombino Bianco. Voglio sottolineare, poi, come il Nuovo Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 della Regione Molise, dia grande spazio anche alle Misure inerenti il supporto e lo sviluppo del settore vitivinicolo, con ingenti finanziamenti”.

tintilia copia

Tintilia

Com’è allestito lo stand della Regione a Milano?

“La Regione ha uno spazio dedicato all’interno del Padiglione del Vino nel quale si raccontata l’esperienza vitivinicola italiana. Il visitatore può salire al primo piano attraverso una scalinata scenografica e, munito di un bicchiere e una card che gli permette di accedere alle degustazioni, incontra, tra gli altri, le cantine molisane raggruppate in un’unica area”.

molise 4

Abbazia di San Vincenzo al Volturno

 

Una riflessione sulla realtà odierna del Molise. La partecipazione ad Expo è un incentivo nel migliorare molti aspetti critici finora trascurati ?

“L’Expo è un’occasione unica per definire, potenziare e mostrare al mondo le specificità della nostra terra e rendere queste specificità funzionali ai nuovi trend dei settori agroalimentare e turistico”.

 

 

 

 

Info e contatti:

www.regione.molise.it

 

About Chiara Martinelli

Un passato nella moda la porta ad essere il punto di riferimento fashion della redazione. La sua passione per la birra (a dirla tutta, per le bollicine in generale) nasce fra quattro chiacchiere e sorrisi, fino a diventare una professione. Giornalista pubblicista, si occupa anche di Pr e Social Media Marketing.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

si