sabato , 18 novembre 2017
Home > Rubriche > Enoturismo > Carnevale che vai, vino che bevi

Carnevale che vai, vino che bevi

Dal Brasile a Venezia, le mete dei winelover in maschera!

Febbraio è il mese del carnevale, pertanto le mete per chi si sposta in queste settimane sono dettate dal leitmotiv delle feste in maschera. I wine lover ovunque vanno non rinunciano al buon vino da abbinare ai momenti speciali, perciò vediamo cosa potete bere a seconda del carnevale che scegliete.
Se per voi il carnevale è quello maestoso del Brasile, programmate una tappa nello stato del Rio Grande do Sul, zona a sud del paese, vicino ad Argentina e Uruguay (Serra Gaucha). Clima subtropicale, vegetazione lussoreggiante, in queste zone è possibile seguire la Strada del Vino che si snoda lungo le aziende vitivinicole sorte sulle antiche strutture rurali.

Se vi sentite più adatti a un carnevale europeo, in Germania è una festa sentita soprattutto a Düsseldorf, Colonia e Magonza. A Düsseldorf, ad esempio, i tedeschi si scatenano al punto da dimenticare il loro rinomato self control. Tra le stranezze del carnevale germanico, quello riservato alle donne, che in alcune località si riuniscono nelle strade e tagliano le cravatte agli uomini. E se in queste zone il carnevale è una festa popolare e vivace dove potete brindare con un Riesling Auslese, a Venezia è invece simbolo di aristocrazia e ricercatezza, ben espressa dalla ricchezza delle sue famose maschere. Se volete brindare al carnevale in terra veneta, potete farlo con un Recioto di Soave che ben si abbina ai dolci fritti italiani sfornati in questo periodo dell’anno.

About Barbara Amoroso

Nata da una famiglia di appassionati piccoli produttori di Chianti, il profumo del vino mescolato a quello dei vecchi muri delle cantine, risveglia i suoi ricordi d'infanzia. Dopo la carriera sportiva e la laurea in Media e Giornalismo, approda alla carta stampata attraverso la rassegna stampa, per diventare poi redattore. Versatile e cuoriosa per lei il vino è il sale della vita.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

si